0 0
Read Time:2 Minute, 30 Second

Il Mondiale Motocross, pronto a sancire il via della stagione iridata 2022, è costretto ad attendere almeno una settimana per via del forte vento che nella giornata di venerdì ha distrutto mezzo paddock a Matterley Basin

Matteo Solinghi

Troppo pericoloso correre con raffiche di vento di questo genere: è allerta meteo in Gran Bretagna, dove la tempesta Eunice sta facendo danni dalla Scozia al sud dell’Inghilterra, con bufere fin quasi a 200 km/h. E in mezzo a queste condizioni meteorologiche avverse ci si è trovata anche la pista di Matterley Basin, che nel fine settimana del 19 e 20 febbraio avrebbe dovuto sancire l’inizio del Mondiale Motocross. Invece, in via precauzionale, è tutto rinviato. Ma non è solamente una questione di sicurezza in pista, dal momento che nella giornata di venerdì meccanici, piloti, staff dei team e chiunque abbia a che fare col mondo del Mondiale Motocross si sia trovato alle prese con tendoni svolazzanti e strutture ribaltate e distrutte da rimettere in sesto durante la bufera.

MXGP: rinviato il primo GP stagionale

—  

Infront Moto Racing, l’ente che gestisce la serie MXGP, si è data tempo fino alle prime ore della mattina di sabato per prendere la decisione finale se correre il Gran Premio o rinviarlo alla settimana successiva. Di fronte a un triste spettacolo del genere è prevalsa l’idea – condivisa con la Federazione Internazionale di Motociclismo e gli organizzatori locali – di rimandare di 7 giorni il programma. Programma che, nella giornata di venerdì, era stato abbozzato in forma ridotta, provando a semplificarlo riproponendo il format “tutto in un giorno” utilizzato nei due anni precedenti, durante la pandemia. Ma in nome della sicurezza di tutti si è optato per rinviare il GP, con gli spettatori che hanno acquistato il biglietto per sabato 19 e/o domenica 20 che potranno assistere alle gare sabato 26 e/o domenica 27 senza alcun supplemento.

Quando rientra Jeffrey Herlings

—  

La domanda che tanti si stanno facendo in queste ore è se questo rinvio possa, in qualche modo, avvantaggiare Jeffrey Herlings (Ktm), infortunatosi durante il foto shooting di inizio stagione. Sebbene l’olandese volante sia famoso (anche) per i suoi recuperi-lampo, in queste settimane starebbe facendo riabilitazione al tallone del piede sinistro e solamente più avanti dovrebbe tornare in sella. Tutto da vedere se sarà al via del GP della Lombardia, a Mantova, il 6 marzo, mentre aumentano sensibilmente le chance di vederlo in Argentina il 20 marzo. Anche se, da regolamento, tecnicamente potrebbe prendere il via del GP della Gran Bretagna il prossimo weekend con un’iscrizione last-minute fino a venerdì 25. Tuttavia, le sue condizioni fisiche ancora precarie suggeriscono il contrario. Chi, invece, ne trae vantaggio è senza dubbio Romain Febvre (Kawasaki), che avrà a disposizione 7 giorni in più per migliorare la propria condizione fisica dopo l’infortunio al Supercross di Parigi quest’inverno.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.