0 0
Read Time:3 Minute, 43 Second

Presentate livrea e forme definitive della moto con cui Aleix Espargaro e Maverick Vinales puntano in alto. Massimo Rivola: “Abbiamo competenze e orgoglio italiano: siamo in crescita e convinti della nostra strada”

Una moto small per ambizioni big. L’Aprilia mostra al mondo livrea e forme ufficiali della sua RS-GP, la moto con cui la casa di Noale affronterà il mondiale 2022 della MotoGP con rinnovate e ampliate ambizioni. Nel 30° anniversario del primo titolo mondiale, con Alex Gramigni, il marchio italiano guadagna lo status di Team Factory, ulteriore passo avanti in un percorso di crescita, la cui parabola è testimoniata dal podio di Silverstone dello scorso anno, risultato mai raggiunto prima dall’Aprilia in MotoGP, dall’ottavo posto in classifica di Alex Espargaro, e dagli ottimi riscontri cronometrici dei recenti test di Sepang, con la confermata coppia di piloti ufficiali, Aleix Espargaro e Maverick Vinales, rispettivamente 1° e 2° della graduatoria del primo giorno, e poi 2° e 5° nella seconda sessione.

grande potenziale

—  

A guidare la nuova RS-GP, una moto piccola di dimensioni, ma di grande potenziale, migliorata in maneggevolezza e stabilità in ingresso curva e già molto apprezzata dai piloti, è la stessa coppia dello scorso anno, Aleix Espargaro e Maverick Vinales, cui si unisce il collaudatore e wild card Lorenzo Savadori. “Dopo tanti anni insieme i miei non sono solo semplici meccanici e tecnici, ma sono davvero parte della mia famiglia – dice Aleix Espargaro -. Sono molto carico, gli anni passano, ma ho ancora la stessa fame di quando ho iniziato: per i primi test ho scelto un casco con una grafica dedicata a tutti i primi podi Aprilia nelle varie categorie, compreso quello insieme a Silverstone. Mi sembra il modo giusto di iniziare la stagione e omaggiare la grande storia racing di questo marchio: l’obiettivo è di aggiungere altre immagini a questa gallery”.

maverick per il salto

—  

Il suo compagno, Maverick Vinales è atteso a una stagione importante, in cui possa mostrare con costanza il suo valore senza i tanti alti e bassi di umore che ne hanno caratterizzato le stagioni precedenti. “Dal primo momento in questa squadra ho capito di essere stato scelto per uno scopo, portare Aprilia in alto in MotoGP ed è l’obiettivo per cui tutti stiamo lavorando – dice Vinales -. Abbiamo avuto la grande opportunità di conoscerci in anticipo, disputando qualche gara insieme e iniziando a comprendere le reciproche esigenze e dovremo essere bravi a sfruttare a nostro favore questo vantaggio: sono molto soddisfatto del lavoro fatto dal reparto corse durante l’inverno ed ora non ci resta che dimostrare in pista i nostri progressi lavorando al meglio”.

Rivola

—  

Grosse ambizioni ovviamente per Massimo Rivola, a.d. di Aprilia Racing: “È una stagione importante, entriamo in MotoGP come Factory Team nel trentesimo anniversario del primo titolo Aprilia nel Motomondiale, con Alex Gramigni: è una responsabilità ma anche una iniezione di stimoli extra – dice Rivola -. Oggi il reparto corse è un gruppo di grandissime competenze, affiatato e con una forte impronta italiana di cui siamo orgogliosi: stiamo lavorando bene, si è visto l’anno scorso che però deve essere solo il punto d’inizio da cui guardare avanti. La RS-GP 2022 sarà, a mio parere, la moto più bella in griglia e spero anche tra le più veloci, credo che abbiamo fatto un lavoro importante, convinti della strada intrapresa. Abbiamo tre piloti di livello assoluto: il “capitano” Aleix, un grande campione come Maverick che scopriamo giorno dopo giorno e Lorenzo Savadori che, nonostante una stagione condizionata dagli infortuni ha mostrato una crescita importante”.

Albesiano

—  

Romano Albesiano, il papà della RS-GP nel suo ruolo di technical director di Noale spiega le novità principali: “La RS-GP 2022 è una evoluzione molto profonda della base eccellente del 2021: il motore presenta profonde novità interne mantenendo, l’aerodinamica è in continua evoluzione, mentre la parte ciclistica e software è stata rivista con l’obiettivo di migliorare frenata, accelerazione e la strategia di partenza. Abbiamo tre piloti con caratteristiche molto diverse, sia fisiche, sia di stile di guida e questo ci consente di sviluppare una moto che sia efficace in un range più ampio di necessità. Negli ultimi anni si è visto un grande livellamento verso l’alto delle prestazioni, comprese le nostre, per questo ci siamo dati particolarmente da fare durante la pausa invernale, ma sono convinto che avremo delle buone carte da giocare nel campionato 2022”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.