0 0
Read Time:3 Minute, 6 Second

La casa di Tokyo presenta la moto per il 2022, rivista completamente per consentire all’8 volte iridato di puntare di nuovo al mondiale. Takeo Yokoama, il direttore tecnico: “Abbiamo cambiato molto per tenere i punti di forza e colmare quelli deboli”

La signora cambia pelle, sperando che il sostanzioso maquillage la riporti al vertice. La Honda presenta la sua arma per il mondiale MotoGP 2022, la Rc213v rinnovata, per non dire rivoluzionata, con cui vuole cancellare gli ultimi due anni di astinenza. In un evento on line, la casa di Tokyo fa cadere i veli sulla moto per la nuova stagione, sperando di festeggiare al meglio il 40° anniversario della Honda Hrc. Stessi piloti della scorsa stagione, con la coppia formata da Marc Marquez, rientrato dopo i problemi di diplopia, lo sdoppiamento della vista riemerso dopo una caduta in allenamento, che lo hanno bloccato per gli ultimi due GP dello scorso mondiale e tenuto fermo per i mesi invernali e Pol Espargaro, chiamato a una maggiore costanza di rendimento.

tante novità

—  

La nuova Rc213v si presenta con ali arcuate, un codone ipertrofico e novità sotto la carena, con un lavoro che ha portato la Honda a cambiare il suo assetto, giocando su geometrie e ripartizioni dei pesi e spostando il baricentro verso il posteriore per dare al retrotreno una maggiore aderenza. Non più una moto cucita addosso alle sole esigenze di Marc Marquez, che predilige un mezzo molto ben piantato sull’avantreno, ma uno più neutro per assecondare anche gli stili degli altri riders di Tokyo. Una moto, insomma con un Dna diverso, che va sfruttata maggiormente nella ricerca del tempo in uscita di curva mentre i punti forte di Marc sono la staccata e l’ingresso in piega. I frutti di questa rivoluzione si vedranno alla distanza e sarà curioso vedere chi ne beneficerà maggiormente fra Marquez e gli altri piloti Honda.

i tecnici

—  

Takeo Yokoama, il direttore tecnico della Honda, spiega così la rivoluzione: “Abbiamo cambiato telaio, motore ed elettronica, per lavorare sui nostri punti deboli e crediamo di aver fatto un buon lavoro: c’è stata maggiore attenzione per l’ottimizzazione del rendimento della gomma posteriore”. Albert Puig, il team manager, aggiunge: “La nostra nuova concezione della moto parte dall’idea chiara di cosa dovessimo migliorare per colmare le lacune e mantenere i nostri punti di forza. Dai primi test abbiamo avuto buone risposte, sia dalla moto, sia dai piloti, con Marc che sta recuperando bene anche fisicamente”.

propositi mondiali

—  

Il vernissage della Honda avviene a cavallo delle due sessioni di test prestagionali della MotoGP, quelli già effettuati a Sepang e quelli che si terranno in Indonesia dal 10 al 12 febbraio. I primi riscontri sono stati incoraggianti, con Marc che ha sottolineato il carattere diverso della moto, cui dovrà adattare il suo stile, tenendo fermi i suoi propositi: “Il mio obiettivo è di lottare per il mondiale, i medici si sono sorpresi dal vedermi ai test dopo i problemi di diplopia perché la mia situazione era critica, ma ho lavorato duro per esserci. Per me è il 10° anno in MotoGP con la Honda, è un traguardo speciale”. Vorrà di certo festeggiarlo al meglio.

Honda Rc213V, i dati tecnici

—  

Ecco i dati tecnici della Honda Rc213V per il mondiale 2022 della MotoGP

Lunghezza totale (mm): 2052
Larghezza totale (mm): 645
Altezza totale (mm): 1.110
Interasse (mm): 1.435
Motore: raffreddato a liquido, quattro tempi, DOHC 4 valvole, V-4
Cilindrata: 1000
Potenza massima: oltre 180 KW
Tipo di telaio: a doppio tubo in alluminio
Ruote anteriori: 17 pollici
Ruote posteriori: 17 pollici
Sospensione anteriore: forcella Telescopica
Sospensione posteriore: Pro-link Capacità serbatoio: 22 litri

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.