0 0
Read Time:1 Minute, 24 Second

Il pilota Aprilia ha ben figurato nel Challenge de la Plana, ottenendo un discreto piazzamento. L’anno scorso si era parlato di un suo possibile ingresso nel mondo del ciclismo

Per Aleix Espargaro gennaio e febbraio sono i mesi in cui si inizia a preparare la nuova stagione. Prima gli allenamenti, poi i test con la nuova moto. Per tenersi in forma, lo spagnolo classe 1989 si affida sempre al ciclismo, disciplina che pratica a livello quasi professionistico. Non a caso, a più riprese, il pilota Aprilia ha ammesso di essere tentato da un passaggio alle gare in bici. Attraverso i suoi social, Espargaro ha rivelato di aver davvero preso parte a una competizione ciclistica prima di partire per Sepang, in Malesia.

COMPETIZIONE

—  

Infatti il 23 gennaio, lo spagnolo si è presentato ai nastri di partenza del Challenge de la Plana 2022. Una manifestazione aperta anche ai ciclisti professionisti. Aleix ha ben figurato nella terza tappa di questo evento, chiudendo al quarto posto la frazione lunga 71 chilometri, con un dislivello totale di 1.341 metri. Espargaro ha avuto il merito di riuscire a rimanere in lotta per la vittoria, arrendendosi solamente nel finale. Un grande risultato, che forse riaprirà la curiosità attorno a un possibile passaggio al ciclismo professionistico da parte del pilota catalano.

CONFRONTO

—  

Del resto, Espargaro condivide la sua preparazione insieme ai campioni delle due ruote. Per esempio, nello scorso inverno, si è allenato insieme ad alcuni componenti del team Movistar. Inoltre riceve spesso consigli da stelle ed ex protagonisti come Alejandro Valverde e Joaquin Rodriguez. Suggerimenti che hanno aumentato ulteriormente la sua passione per il ciclismo.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.