0 0
Read Time:6 Minute, 12 Second

Le impressioni dei protagonisti in pista. Il riminese carico: “Ho un anno di esperienza in più e la moto è più stabile”. Marquez: “Mi manca un po’ di preparazione fisica, ma miglioro di giro in giro”. Morbidelli: “Le sensazioni migliorano a ogni sessione”

Una bella giornata a Sepang per Enea Bastianini, che con la Ducati del Team Gresini ha stampato il miglior tempo assoluto della pista di Sepang. Il 24enne riminese, alla seconda stagione in MotoGP, sta dimostrando un’evoluzione che non è passata inosservata e dunque si candida a essere uno dei protagonisti del 2022: “Tornare in moto è stato una bella emozione – ha detto al termine della giornata – siamo stati molto veloci sia ieri che oggi, se ieri abbiamo tolto un po’ di ruggine, oggi abbiamo lavorato sulla velocità. La pioggia ci ha permesso solo un tentativo veloce che però è andato bene. Ma abbiamo dato un occhio anche al passo di gara, con qualche piccola modifica di assetto siamo migliorati parecchio. I miei obiettivi? L’obiettivo è stare nei primi 5, penso sia possibile perché siamo veloci, il team è fantastico e alcuni uomini Ducati sono esperti, siamo pronti. La Ducati 2021 è più facile da portare al limite, io poi ho più esperienza e questo non è da sottovalutare. Il supporto Ducati? Credo che la carena si potrà adattare alla mia moto, il resto non lo so”.

Dall’Igna promuove Enea

—  

Il team principal della Ducati ufficiale, Luigi Dall’Igna, ha fatto i complimenti a Bastianini: “Enea è stato molto bravo – ha detto – sia nei primi test di Jerez, che qui a Sepang ha mostrato buona velocità sul giro secco ma anche sul passo gara. Il primo era il suo tallone d’Achille, quindi il miglioramento c’è stato. Come potremo aiutarlo durante la stagione? Vediamo, noi sicuramente supporteremo tutti i piloti Ducati veloci, anche se alcuni limitazioni tecniche tra sviluppi della moto 2022 da travasare sulla sua moto 2021 ci saranno. Ma cercheremo di fargli avere tutti gli sviluppi che saprà meritarsi”.

Yamaha: Quartararo e Morbidelli

—  

Fabio Quartararo: “Sono soddisfatto del mio passo, purtroppo avevo solo due gomme per il giro veloce e poi è arrivata la pioggia. Ma al mattino ho fatto un ottimo giro e sono molto contento perché l’ho fatto con una gomma posteriore molto consumata. Abbiamo del margine sul giro, è stato un ottimo test, possiamo essere soddisfatti. Nella prossima sessione a Mandalika valuteremo i progressi raggiunti qui”.

Franco Morbidelli: “Un buon miglioramento oggi, volevamo crescere sulle gomme nuove e così è stato, sul passo soprattutto e ci siamo riusciti. Peccato per la pioggia che ci ha bloccato sul tentativo veloce. Il feeling con la moto migliora, la stiamo assettando per essere veloci e costanti. Per il giro veloce ci rifaremo in Indonesia”.

Honda: Marquez

—  

Marc Marquez: “Buoni test, mi sento bene fisicamente, ma il problema è che ho iniziato la preparazione due settimane fa e nel corso della giornata non riesco a essere veloce e costante. Oggi volevo fare tanti giri, ma poi è stato meglio fermarsi perché ero esausto, e per fortuna è arrivata la pioggia così non ho perso opportunità rispetto ai rivali. Il miglior il miglior allenamento è girare, questa di Sepang è una pista fisica ed esigente, ma ora abbiamo 4 giorni di riposo e non vedo l’ora di fare molti altri giri in Indonesia”.

Ducati VR46, Marini e Bezzecchi

—  

Luca Marini: “Sono contento di come è andato questo secondo giorno di test: sono soddisfatto della base che ho trovato, non siamo al 100%, considerato che non ho girato molto ieri, ma va bene. Oggi entrambe le moto erano perfette, sono stato subito veloce dall’uscita dalla pit lane e ho avuto un buon feeling. Per essere solo il secondo giorno a Sepang, abbiamo fatto un bello step sul lap time e abbiamo provato qualcosa a livello di setting. Nel pomeriggio il plan prevedeva una simulazione di qualifica, ma la pioggia ci ha sorpresi. Peccato, ma non è la priorità al momento e sono comunque contento di aver poi potuto girare nel finale di giornata sul bagnato.

Marco Bezzecchi: “Non mi aspettavo onestamente un giro cosi, sono felice, abbiamo fatto un gran lavoro con la squadra, i tecnici e Ducati. Peccato per stamattina: poco prima del mio giro veloce, sono andato lungo all’ultima curva, sono entrato nella ghiaia e ho fatto una piccola caduta. Sono tornato al box e con gomme differenti ho fatto il mio best lap time. Un tempo impressionante, costruito passo dopo passo dallo shakedown a oggi. Rispetto ai primi giorni, mi sento meglio sulla moto, all’inizio mi mancava qualcosa sull’avantreno, a livello di guida più che altro, poi abbiamo controllato bene tutti i dati e siamo riusciti a fare un bello step in avanti. Non vedo l’ora di tornare al lavoro a Mandalika”.

Yamaha WithU: Dovizioso

—  

Andrea Dovizioso: “Abbiamo fatto alcuni progressi, ma non possiamo essere felici del livello raggiunto perché c’è molto ancora non sotto il nostro controllo. La guida non è ancora buona abbastanza, si può essere più veloci ma non ho potuto sfruttare il potenziale della gomma soft. Questi due giorni sono stati complicati, è la pista migliore per provare alcune curve veloci, anche se il grip cambia molto e non c’è modo di fare grandi raffronti tra le mescole. Ad ogni modo sono felice di provare ora in una nuova pista e cercheremo ovviamente di migliorare”.

Aprilia: A. Espargaro e Vinales

—  

Aleix Espargaró: “Devo dire che i ragazzi a Noale, Albesiano e tutti gli ingegneri hanno fatto un buon lavoro. Fin dalla prima volta che ci sono salito, nel corso di un photo shooting, mi sono reso conto di quanto snella e compatta sia la nuova RS-GP, e so quanto sia difficile ottenere questo risultato. L’ergonomia, il telaio e tutte le novità la rendono estremamente più agile, permettendomi maggiore percorrenza specialmente nelle curve veloci. Dobbiamo però sempre considerare che si tratta del primo test e che siamo tutti estremamente vicini, è incredibile il livello della MotoGP attuale. Continuiamo il lavoro, non vedo l’ora di girare anche sul nuovo circuito di Mandalika”.

Maverick Viñales: “Sono contento di questo primo test, mi sono sentito molto più comodo sulla moto. Mi ha sorpreso soprattutto il passo gara, con gomme usate, mentre sul giro secco non riesco ancora a sfruttare tutto il potenziale della moto. Quando cerchi il limite, e inella MotoGP moderna bisogna farlo spesso, il feeling deve essere più che perfetto mentre io commetto ancora qualche errore. Devo abituarmi al comportamento di questa moto quando cerchi la massima prestazione, è un processo su cui stiamo lavorando”.

Ducati Pramac: Martin e Zarco

—  

Jorge Martin: “Seconda giornata positiva, abbiamo portato a casa tante informazioni che ci serviranno tra qualche giorno in Indonesia. Purtroppo nel pomeriggio ha piovuto e non abbiamo sfruttato la giornata a pieno, rimango molto soddisfatto di questo primo test”.

Johann Zarco: “Un’altra giornata positiva per noi, sono contento di come abbiamo la lavorato e di come mi sento sulla moto, abbiamo anche fatto un’uscita sul bagnato per vedere il feeling e mi sono trovato davvero bene. Ci sono ancora certi aspetti su cui possiamo migliorare ma sfrutteremo al meglio i test della prossima settimana per arrivare pronti in Qatar”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.