0 0
Read Time:2 Minute, 31 Second

Lo spagnolo intervistato dall’Afp a poche ore dai primi test ufficiali 2022 a Sepang con la Honda: “Sono stati mesi di ansia, Nadal la mia ispirazione”

In una lunga intervista all’agenzia stampa Afp, Marc Marquez, sei volte Campione del Mondo MotoGP (e 8 in totale), ha raccontato le sue sensazioni a poche ore dai primi test di Sepang (Malesia). Ribadendo di aver avuto la prospettiva di dover chiudere la sua carriera dopo la caduta del 2021 e la diplopia.

incognita marquez

—  

“È già un regalo essere ai test dopo un inverno passato a vederci doppio”, ha spiegato Marquez all’Afp, “si è deciso tutto all’ultimo momento ma sono davvero contento adesso”. L’ansia, per stessa ammissione dello spagnolo della Honda Hrc, in questi mesi è stata molta: “Beh, da ottobre ho saltato i due GP finali del 2021 e i test di novembre, ora come ora ho invece la possibilità di risalire su una moto senza nulla da vincere e nulla da perdere. L’obiettivo è essere pronto per il GP Qatar del 6 marzo”.

marquez e il ritiro

—  

Smettere adesso sembra una prospettiva lontana, ma negli scorsi mesi era sembrata tutt’altro che remota: “Spero sia la fine del tunnel, finalmente!”, ha detto Marquez. “Prima la caduta e i problemi al braccio del 2020, poi la diplopia. Ma sì, ho avuto paura di non poter più salire su una moto, era una eventualità che mi era stata prospettata dai medici. Avevo tre opzioni: aspettare che il tempo mi aiutasse a guarire, ed è stata la cosa che poi si è verificata per fortuna; aspettare un po’ e poi operarmi senza conoscere i tempi di rientro; oppure operarmi subito ma senza alcuna certezza di poter ritrovare la vista perfetta. Sì, sul tavolo c’era anche la possibilità di chiudere con la MotoGP”.

i rivali di marquez

—  

Adesso sembra tutto alle spalle, davanti c’è il Mondiale 2022 e tanti rivali da battere, primo tra tutti il campione 2021 Fabio Quartararo: “Io spero davvero di poterlo sfidare, vorrebbe dire che sono in corsa per il titolo, che sto bene. Ma non credo sarà un duello con Fabio, ci sono tanti piloti forti in MotoGP, oltre a Quartararo che ha meritato il titolo, vedo Bagnaia in crescita notevole, nel finale del 2021 era il più veloce con la Ducati”. Tutti piloti più giovani, ma non dite a Marquez che è il cambio generazionale a pesare: “Io a 28 anni non mi sento vecchio, sinceramente”, ha detto durante l’intervista. “Ho più esperienza di prima e posso giocarmi il Mondiale se sto bene fisicamente. Rafa Nadal mi ha ispirato, è stato un’ispirazione continua per me, e credo anche per chi non è atleta professionista. Tornare dopo un infortunio lungo, a 35 anni, e vincere uno Slam è incredibile. Ecco, anche io vorrei fare come Nadal, è lo scenario che vorrei per il mio 2022”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.