0 0
Read Time:4 Minute, 30 Second

Prima uscita stagionale per i piloti di MXGP e MX2, con un bellissimo duello sia in MX1 che nella manche Supercampione tra Tim Gajser (Honda) e Jeremy Seewer (Yamaha). In MX2 brilla Jago Geerts (Yamaha), test importante per Mattia Guadagnini (Gas Gas)

Matteo Solinghi @TeoSic58

Scatta dai 1.350 metri della sabbiosa pista di Alghero (SS) la stagione 2022 per i piloti del Mondiale Motocross, che sfruttano il doppio round in terra sarda (il secondo appuntamento è per domenica 6 febbraio a Riola, sempre in diretta su Federmoto TV) per testare il pacchetto a loro disposizione in vista dell’esordio a Matterley Basin (qui il calendario completo della stagione 2022), in Gran Bretagna. Venticinque minuti più tre giri nell’inferno di sabbia per “mettere minuti nelle gambe”, come si direbbe nel calcio, che per l’occasione rende benissimo l’idea delle difficoltà per i piloti, chiamati a guidare di fisico sin dal primo giro lungo i saliscendi della pista sarda, scavatasi sempre di più nel corso dei giri. La formula è la classica, con la manche della MX2 ad aprire le danze e poi la MX1, prima del gran finale con la batteria della Supercampione con i migliori piloti della MX1 ed i migliori della MX2 sfidarsi a viso aperto senza esclusione di colpi.

MX1: Seewer c’è

—  

Il forfait all’ultimo minuto di Maxime Renaux per motivi di salute (tornerà in moto mercoledì 2 febbraio ed esordirà sulla 450 in occasione del secondo round degli IntMX) spalanca le porte a un altro pilota Yamaha, Jeremy Seewer. Lo svizzero si rende protagonista con una guida fluida e decisa che lo porta a tagliare per primo il traguardo, mostrando già un ottimo passo e ritmo in ottica Mondiale MXGP. Seewer rifila 12” al campione del mondo 2020 Tim Gajser, secondo con la Honda Hrc, e addirittura 34” a Ruben Fernandez (sempre su Honda). Super manche di Alberto Forato che piazza la Gas Gas del team SM Action al 4° posto, davanti alla Fantic 450 4T di Christophe Charlier, che dopo 7 anni di Enduro torna al Motocross stupendo tutti con una moto praticamente base!

MX2: assolo di Geerts

—  

C’erano pochi dubbi su chi potesse essere il vincitore della MX2: il belga Jago Geerts (Yamaha), autore anche della pole position, è uno dei massimi esperti sui terreni sabbiosi e la pista di Alghero va a nozze con i gusti e le abilità del numero 93. Un dominio dalla prima all’ultima curva che conferma lo stato di forma dell’avversario numero uno di Tom Vialle (Ktm) in questa stagione. Sorprendente la prova di Cornelius Tondel, che porta la Fantic XX 250 2T al secondo posto, e anche quella di Hakon Fredriksen, terzo con la Honda del team Gariboldi. Simon Langenfelder (Gas Gas) chiude 4° davanti al compagno di squadra Mattia Guadagnini, in quella che di fatto è la prima uscita ufficiale per il team Gas Gas De Carli. Nicholas Lapucci, non ancora al 100% della forma per via dei recenti infortuni, chiude 6° con la amata e conosciuta Fantic 250 2T, portata sul tetto d’Europa a novembre 2021.

Supercampione: rivincita Gajser

—  

A dir poco avvincente la manche Supercampione, con tre protagonisti ben definiti: Jeremy Seewer (Yamaha), rimasto al comando per buona parte della manche, il sempre veloce Tim Gajser (Honda) – che nei minuti finali si è reso protagonista con sorpassi e controsorpassi, in un vero e proprio test Mondiale, con l’avversario della Casa dei Tre Diapason – e Jago Geerts (Yamaha), l’esperto della sabbia che dopo aver dominato la MX2 ha provato a mettere i bastoni fra le ruote ai colleghi con le più potenti 450. In particolare, il gran passo mostrato da Gajser nel finale fa ben sperare il team Honda Hrc per l’inizio di stagione, ma anche Yamaha può star tranquilla con un Seewer che ha iniziato il 2022 da dove aveva concluso il 2021, nelle primissime posizioni, e un Geerts sui ritmi dei colleghi della MX1. Segno che i problemi fisici di inizio 2021 sono ormai solo un brutto ricordo e che quest’anno la sfida con Tom Vialle (Ktm) è apertissima. Ottime le prove di Ben Watson (con la Kawasaki del team di Kimi Raikkonen) e Simon Langenfelder (Gas Gas), subito a suo agio con il team De Carli. A questo proposito, Mattia Guadagnini (Gas Gas) chiude in 16esima posizione, complice anche una partenza non felice. Alberto Forato, con l’ottava piazza, è il migliore degli italiani.

Internazionali d’Italia Motocross 2022, Alghero: classifica MX1

—  

1. Jeremy Seewer (Svi-Yamaha)
2. Tim Gajser (Slo-Honda)
3. Ruben Fernandez (Spa-Honda)
4. Alberto Forato (Ita-Gas Gas)
5. Christophe Charlier (Fra-Fantic)

Internazionali d’Italia Motocross 2022, Alghero: classifica MX2

—  

1. Jago Geerts (Bel-Yamaha)
2. Cornelius Tondel (Nor-Fantic)
3. Hakon Fredriksen (Nor-Honda)
4. Simon Langenfelder (Ger-Gas Gas)
5. Mattia Guadagnini (Ita-Gas Gas)

Internazionali d’Italia Motocross 2022, Alghero: classifica Supercampione

—  

1. Tim Gajser (Slo-Honda MX1)
2. Jeremy Seewer (Svi-Yamaha MX1)
3. Jago Geerts (Bel-Yamaha MX2)
4. Ben Watson (Gb-Kawasaki MX1)
5. Simon Langenfelder (Ger-Gas Gas MX2)
6. Tom Koch (Ger-Ktm MX1)
7. Cornelius Tondel (Nor-Fantic MX2)
8. Alberto Forato (Ita-Gas Gas MX1)
9. Hakon Fredriksen (Nor-Honda MX2)
10. Jed Beaton (Aus-Kawasaki MX1)

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.