0 0
Read Time:3 Minute, 41 Second

Storico passaggio da Ktm a Gas Gas per il team che ha portato Tony Cairoli a vincere 9 Mondiali. Alessandro Lupino saluta il team Ktm Mrt e firma con Beta Sdm, mentre il Campione Europeo 250 Nicholas Lapucci approda in MXGP

Matteo Solinghi @TeoSic58

Era nell’aria da mesi, ora è ufficiale: dopo dodici stagioni con Ktm, il team De Carli passa in Gas Gas. Non un cambiamento epocale come lo è stato il passaggio da Yamaha a Ktm a cavallo tra il 2009 ed il 2010, ma una svolta che dà esclusività alla squadra di Claudio e Davide De Carli, essendo quello romano il team ufficiale Gas Gas nel Mondiale Motocross. Rimane lo sponsor Red Bull e all’uscita di Tony Cairoli, ritiratosi a fine 2021, la casa spagnola acquisita di recente dal gruppo Ktm risponde affiancando il tedesco Simon Langenfelder, già pilota Gas Gas in MX2 nel 2021, a Mattia Guadagnini e Jorge Prado.

Una nuova era

—  

Nessuno dei tre piloti cambierà categoria: Jorge Prado sarà la stella della MXGP, mentre Mattia Guadagnini proverà a migliorare il quarto posto del 2021 che gli è valso il titolo di Rookie of the Year della MX2, tanto più con un Maxime Renaux (Yamaha) passato alla 450. Nessun sostanziale cambiamento in termini di moto per Simon Laengenfelder, che lavorerà per la prima volta a stretto contatto con la squadra romana. Dal punto di vista tecnico cambia poco e niente, essendo le MC 250F e MC 450F del tutto simili alle Ktm 250 SX-F e 450 SX-F, ma si tratta di uno snodo fondamentale per l’architettura di Mattighofen nel motorsport.

Spazio ai piloti

—  

Prado si è detto “entusiasta di formare un binomio tutto spagnolo”, ora che non sarà “all’ombra” di Tony Cairoli e potrà contare di tutte le attenzioni di questo mondo. Per Guadagnini “la stagione 2021 è andata meglio di quanto mi aspettassi, ma per il 2022 vogliamo migliorare. La struttura è la stessa, ma vestire questi nuovi colori è motivo di grande emozione”. “Nuovo team, stessi colori – commenta Langenfelder – Penso di poter migliorare molto grazie all’esperienza della squadra. Recentemente sono stato molto tempo in Italia con i miei nuovi compagni di squadra e tutto sta andando per il verso giusto”.

Il cambio di De Carli

—  

“È un grande onore guidare Gas Gas nel Mondiale MXGP 2022 – commenta Claudio De Carli, team manager della squadra. Abbiamo tre piloti talentuosi e sono sicuro che potremo lottare sia per il titolo della classe regina che per quello della MX2, disponendo altresì del miglior pacchetto moto da un punto di vista tecnico. Mancano solo due mesi all’inizio della stagione e siamo già al lavoro per preparare la stagione”.

Lapucci in MXGP

—  

Nicholas Lapucci è pronto per il grande salto. Il Campione Europeo della EXM250 salta in whip la MX2 e approda direttamente in MXGP, diventando il punto di riferimento di Fantic nel Motocross così come Davide Guarneri lo è nell’Enduro. Le vittorie ottenute nel corso della stagione 2021 (all’EMX250 si aggiungono gli Internazionali d’Italia Motocross MX2 e l’Italiano Prestige) hanno spinto il team manager Marco Maddii a rinnovare il contratto di Nicholas per la stagione 2022. Ma se tutti si aspettavano un naturale passaggio in MX2, magari mantenendo la XX 250 2T e andando a sfidare le 250 4T da Mondiale, il colpo di scena è che il giovane pilota italiano correrà con la 450 in MXGP. “Una sfida entusiasmante e difficile – commenta Maddii – ma cercheremo di fare del nostro meglio per ben figurare nella classe regina”, mentre Lapucci si è detto “impaziente di iniziare questa nuova avventura in top class. E ci sarà ancor più feeling all’interno del box essendo la seconda stagione con il team Fantic Maddii”.

Lupino in Beta

—  

Infine Alessandro Lupino, l’eroe dell’Italia del tassello in quella piovosa domenica di settembre a Mantova, passa nel team Beta Sdm. “Il Lupo” ha dimostrato a tutti di che pasta è fatto, con lo stoico sorpasso nel finale della terza manche che ha consegnato alla Maglia Azzurra la vittoria del Motocross delle Nazioni 2021 e con una stagione MXGP 2021 davvero convincente (primo dei non ufficiali e in Top 10). Dopo stagioni passate a cambiare moto ogni anno, l’alfiere delle Fiamme Oro potrà lavorare su un progetto biennale con la casa italiana.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.