0 0
Read Time:1 Minute, 35 Second

Il grande fotografo ospite della puntata: “Vale mi ha detto: ‘È stato così bello che quasi quasi mi ritiro l’anno prossimo’. Bagnaia con quel casco è come se fosse diventato il suo erede. Alla Dakar voglio scoprire Petrucci”

È finita la stagione, e negli occhi di tutti restano le immagini di un fine settimana diverso da tutti, con l’addio durato quattro giorni a Valentino Rossi, il saluto di Danilo Petrucci, la grande impresa della Ducati. Emozioni che Gigi Soldano, uno dei più grandi fotografi del Motomondiale, prova a raccontare a Paolo Ianieri e Zoran Filicic in questa puntata di MotoG-Podcast.

“Cos’è una fotografia? È la traduzione di quello che hai dentro” dice Soldano. Che aveva detto che si sarebbe ritirato il giorno in cui Valentino avrebbe smesso e invece… “come mi ha detto Vale dopo la gara, ‘è stato così bello che quasi quasi mi ritiro anche l’anno prossimo’”. E in quel box dove a fine gara la festa è esplosa “a un certo punto anche Rossi si è commosso, e io ho scattato quella foto che ho pubblicato anche su Instagram. È successo quando Valentino ha abbracciato Carlo Pernat, in quello scatto vedi i suoi occhi lucidi” svela Soldano. Che nella domenica di Valencia ha visto il cambio di testimone. “È stato bellissimo vedere Bagnaia vincere con il casco ‘Che spettacolo’ con cui Valentino aveva celebrato il Mondiale 2004. Con quel casco è come se Valentino gli avesse passato la sua eredità, mi auguro che Pecco possa essere l’inizio di un altro futuro. Bella quella idea”. Tra poche settimane Soldano sarà, per la 26a volta alla Dakar, “e li spero di avvicinarmi di più a Petrucci, che è un altro personaggio che a me piace moltissimo, spero di riuscire a fotografarlo in un modo diverso”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *