0 0
Read Time:1 Minute, 59 Second

Dalla scorsa stagione, con l’arrivo della pandemia, si è optato per far disputare due gare sullo stesso circuito. Alcuni piloti sembrano essersi adattati particolarmente bene a queste condizioni, come dimostrano i numeri

La pandemia ha lasciato il segno anche sul calendario della MotoGP. L’esempio più lampante del momento storico è la scelta di disputare due gare sullo stesso circuito nella medesima stagione, in modo da allungare il calendario. Sono stati nove i “doppi” GP tra il 2020 e il 2021, con ben cinque appuntamenti nella prima stagione. Non è affatto errato affermare che le seconde tappe sono risultate determinanti ai fini dei Mondiali. Infatti a ottenere più punti in queste corse sono stati Joan Mir e Fabio Quartararo, campioni del mondo nelle ultime due annate.

motogp, MAESTRI di… doppio

—  

Lo spagnolo della Suzuki, iridato nel 2020, è il pilota che complessivamente ha fatto meglio nelle “ripetizioni” sullo stesso circuito nell’ultimo biennio. Ben 111 i punti racimolati, 69 dei quali nella scorsa annata. Mattoncini dall’impatto considerevole, dato che hanno rappresentato il 40% del bottino finale. Unica pecca l’assenza di vittorie nelle seconde gare. Un difetto che non appartiene a Quartararo: il pilota francese ha vinto per due volte questo tipo di corse ed è l’unico che ha firmato la doppietta, a Jerez 2020. Per lui 96 punti totali tra la scorsa stagione e quella in corso, anche se i 47 ottenuti quest’anno non hanno inciso molto sul discorso iridato: solo il 17,6% è arrivato in occasione delle corse sullo stesso tracciato.

la motogp degli AZZURRI

—  

E l’Italia come se la passa con questo tipo di gare? Piuttosto bene. Grazie al successo di Portimao firmato da Francesco Bagnaia, i piloti italiani risultano i più vincenti con tre centri. Oltre a quello portoghese, vanno ricordati i trionfi di Franco Morbidelli nel 2020, quando il top rider Yamaha dominò nel GP di Teruel, piegando le due Suzuki di Rins e Mir, e nel secondo atto a Valencia dopo uno splendido duello con Jack Miller. Bagnaia, dal canto suo, si sblocca dopo una serie negativa. Nella scorsa stagione, il piemontese realizzò solamente 5 punti, con il rimpianto per la caduta quando era in testa a Misano. Quest’anno, invece, è arrivato a quota 55: nessuno ha ottenuto un simile rendimento. Un motivo in più per essere fiero del suo 2021.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *