0 0
Read Time:3 Minute, 29 Second

Il piemontese si impone davanti a Martin e Miller nella gara finale della carriera di Valentino che chiude la sua leggendaria carriera, acclamato, nella top-10

L’ultimo atto è di Francesco Bagnaia, ma il proscenio è tutto suo: Valentino Rossi chiude la sua epopea con un decimo posto nel GP di Valencia, vinto proprio dal suo allievo nella VR46 Academy, e si consegna all’abbraccio del motomondiale, un mondo ora più solo senza il suo primattore degli ultimi decenni. L’ending va quindi a Bagnaia, che con la Ducati si impone davanti alle Desmosedici di Jorge Martin (Pramac) e Jack Miller per una tripletta Ducati da favola; il neverending invece è tutto di Valentino, che al Ricardo Tormo chiude la sua story che è giù leggenda con un’acclamazione da superstar.

il dominio ducati

—  

La gara si svolge in un confronto fra lo spunto velocistico delle Ducati e l’agilità delle Suzuki, risolto agevolmente e in modo magistrale da un Bagnaia in stato di forma eccezionale: Pecco, che omaggia Rossi indossando il suo storico casco della vittoria del mondiale 2004 ‘Che spettacolo’ (sopra), è leader di una Desmosedici perfetta che, con vista al 2022, può far sognare Borgo Panigale. Non ci sono dubbi su quale sia al momento la moto più veloce. È un vantaggio tecnico che però l’anno prossimo non può più essere disperso: deve essere capitalizzato pure nel mondiale piloti.

la festa

—  

Dopo il traguardo scatta la festa dedicata a Rossi, acclamato a bordo pista dal suo gruppo storico e atteso da tutto il plotone dei piloti in un abbraccio collettivo ricco di significato. Spuntano le lacrime e l’omaggio dei rivali: la Suzuki lo accoglie in pit lane, nel pasillo, il corridoio di onore spagnolo che una squadra tributa all’altra, con uno striscione eloquente, ‘Grazie per lo spettacolo’. Quartararo, il fresco campione del mondo, lo omaggia nel giro di rientro sventolando la bandiera numero 46 gialla. È un picchetto d’onore infinito, che rende omaggio a un campione unico, che ha portato il motomondiale a livelli di popolarità inarrivabili.

abbracci ai box

—  

Ai box Rossi è issato sulla sua M1, applaudito come un supereroe, bagnato da champagne e lacrime, baciato dalla compagna, Francesca Sofia Novello che presto lo renderà padre, e abbracciato dall’altro pilota al passo di addio, Danilo Petrucci che si butta nella sabbia della Dakar e che si congeda nel giorno ‘sbagliato’, perché oscurato dal sole numero 46 che tramonta.

la gara

—  

Al via scatto di Jorge Martin su Miller, Mir e Bagnaia in un trenino di Ducati e Suzuki. Gradualmente Bagnaia risale e si porta al 2. posto trascinandosi dietro Alex Rins. Takaaki Nakagami cade alla curva 6 e Rossi naviga intorno alla decima posizione. All’11. giro la coppia Martin-Bagnaia resta sola, perché Rins sceglie la curva 6 per sdraiarsi per l’ennesima volta in stagione. I due di testa viaggiano incollati, con Bagnaia insidioso e in posizione di studio: il suo attacco arriva all’ultima curva del 15. giro ed è la mossa decisiva. Da lì in poi Pecco controlla in modo impeccabile con una Ducati che lo asseconda alla perfezione. C’è il tempo della lotta fra Martin e Miller per la piazza d’onore, decisa a favore dello spagnolo, meritatamente ‘Rookie of the year’. Ai piedi del podio ecco 4° Joan Mir; 5° Quartararo; 6° Johann Zarco; 7° Brad Binder; 8° un ottimo Enea Bastianini, risalito brillantemente da 18° in griglia; 9° Aleix Espargaro con l’Aprilia con livrea speciale e decimo LUI, Valentino Rossi. L’eroe del giorno. A lui l’onore di far calare il sipario su un’era unica. Grazie a lui semplicemente impareggiabile.

MotoGP Gp Valencia, l’ordine di arrivo

—  

Ecco l’ordine di arrivo del GP di Valencia, gara finale del mondiale 2021

1. Bagnaia 41’15.481
2. Martin +0.489
3. Miller +0.823
4. Mir +5.214
5. Quartararo +5.439
6. Zarco +6.993
7. Binder +8.437
8. Bastianini +10.933
9. A. Espargaro +12.651
10. Rossi +13.468
11. Morbidelli +14.085
12. Dovizioso +16.534
13. A. Marquez +17.059
14. Oliveira +18.221
15. Lecuona +19.233
16. Viñales +19.815
17. Marini +28.860
18. Petrucci +32.169

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *