0 0
Read Time:2 Minute, 32 Second

La griglia, stuzzicata sul 200° podio di Vale all’ultimo GP, fa ovvia professione di sportività: “Non ci faremo da parte: non gli piacerebbe conquistarlo così”, dice Quartararo. Miller scherza: “Però se pagasse…”

Porta spalancata per la passerella finale, ma in gara nessun favore. Lucidando il lato professionale, non quello sentimentale, i piloti della MotoGP hanno ovviamente escluso, in conferenza, qualsiasi favore a Valentino Rossi per il suo ultimo GP in carriera. Il 9 volte iridato è a quota 199 podi, ma nessun rivale vuole chiaramente farsi da parte per aiutarlo a tagliare questo traguardo nella gara del suo commiato. “Non credo che conquistarlo in questo modo gli piacerebbe”, dice Fabio Quartararo, che sintetizza il pensiero dei suoi colleghi.

però davanti a un’offerta…

—  

Francesco Bagnaia rilancia: “Sarebbe anche una cosa troppo difficile da realizzare – dice Pecco -, forse potremmo farlo passare dopo il traguardo per un giro di gloria”. Mir concorda. “Non sarebbe corretto farlo passare, ma vorrei essere vicino a lui per il giro finale”. Jack Miller pone la questione in modo singolare: “Io non credo che lo vorrebbe, ma sono un uomo di affari e se apre una trattativa e fa un’offerta se ne può parlare… “. Alex Marquez sta al gioco: “Siamo piloti, nessuno lo farebbe passare apposta, ma per soldi…”. Infine Danilo Petrucci: “Vale vorrà fare la sua gara come gli è sempre piaciuto perché ama correre in modo corretto, poi nel giro d’onore sarà diverso”.

nessuno dimenticherà

—  

Quello del ritiro del fuoriclasse è il tema del week end e ogni pilota prova a spiegare cosa abbia rappresentato per lui una leggenda come Valentino Rossi nel momento del passo d’addio. Comincia Francesco Bagnaia: “Ho avuto la fortuna di essere in MotoGP quando correva lui, poi lui ha fatto tanto per me con l’Academy: questa è una giornata dura, nessuno si dimenticherà mai di quello che ha fatto”. Continua Fabio Quartararo: “Tutti prima o poi devono ritirarsi, ma per Rossi la cosa dà tristezza: è una leggenda di questo sport, mi ha ispirato e possiamo solo congratularci con lui per quanto ha realizzato”.

foto e ricordi

—  

Jack Miller e Joan Mir scavano nei ricordi. “Io ricordo le mie foto vicino alla sue moto quando ero piccolino, sono cresciuto con lui e sono stato fortunato a dividere il podio con una leggenda simile: è una cosa che non avrei mai pensato potesse accadere – dice l’australiano -. Tutti i messaggi che sta ricevendo dimostrano solo quanto abbia fatto per questo sport”. Joan Mir è sulla stessa falsariga: “Io mi ricordavo da bimbo il suo modo di celebrare le vittorie – dice lo spagnolo -: era il mio idolo, è stato un onore correre con lui e gli auguro il meglio come persona dopo la carriera da pilota”. Infine Alex Marquez: “Da piccolo mi ricordo le sue lotte con Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa, ma credo che sarà ricordato per l’impronta che ha lasciato per la storia della moto”. Elogi e congratulazioni a raffica, ma niente favori per la passerella finale.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *