0 0
Read Time:3 Minute, 50 Second

Il piemontese conquista la corsa inseguito da Mir e da Miller mentre la casa di Borgo Panigale si assicura una prestigiosa corona nel 2021

Come prevedibile, le montagne russe dell’Autódromo Internacional do Algarve ha ospitato una sfida avvincente conquistata da Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) che dopo aver firmato la quinta pole position consecutiva taglia per primo il traguardo. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) consolida lo scatto dalla prima fila salendo sul podio, al secondo posto, davanti a Jack Miller (Ducati Lenovo Team).

Cronaca di gara

Scattato dalla seconda casella dello schieramento, Miller parte bene ma non riesce a strappare il primo posto a Bagnaia e l’australiano si vede superare, già dopo un paio di curve, da Mir. Intanto, Jorge Martin (Pramac Racing) difende il quarto posto assicuratosi in qualifica.

Alla quarta curva del primo giro, Danilo Petrucci (Tech 3 KTM Factory Racing) finisce a terra lasciando la corsa mentre il suo compagno di squadra, Iker Lecuona (Tech 3 KTM Factory Racing) si porta dalla decima alla settima posizione mentre.

Johann Zarco (Pramac Racing) entra in bagarre con Lecuona per il settimo posto e alle loro spalle Pol Espargaro (Repsol Honda Team) è in agguato. Intanto, dalla sesta casella, Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) firma un giro veloce mentre insegue Martin che nel frattempo è stato superato da Alex Marquez (LCR Honda Castrol).

Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) cerca di ricostruire la sua gara dopo essere partito dall’11° casella, posizione che mantiene nella prima parte di gara mentre Mir è in seconda posizione. Un lungo da parte di Lecuona vede lo spagnolo scivolare al 12° posto provvisorio e, due tornate più tardi Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) cade alla curva 1 terminando una corsa che l’ha visto in difficoltà fin dall’inizio.

All’11° giro Quartararo, sesto, riduce il distacco da Martin mettendo la quinta piazza nel mirino ma, due tornate più tardi, una traiettoria sbagliata vede il neocampione del mondo perdere una posizione a vantaggio di Zarco.

Alex Marquez dimostra un passo consistente e sostenuto che gli permette di superare Miller portandosi al terzo posto mentre l’australiano, quarto, è a capo di un tridente Ducati accompagnato dal duo del Pramac Racing.

Colpi di scena e la lotta per il podio entra nel vivo

Il nuovo campione del mondo riesce a superare Zarco, portandosi al sesto posto, al 19° giro proprio quando Miller avvia un primo tentativo di sorpasso su Alex Marquez senza riuscire ad ipotecare il podio. La lotta tra i due entra nel vivo quando mancano solo cinque giri dalla bandiera a scacchi. L’australiano attacca prendendosi il terzo posto e nello stesso tempo, alla curva 5, Quartararo registra la prima caduta della stagione in gara incassando uno zero che pesa nel Mondiale Costruttori per la casa di Iwata.

Il colpo di scena, la paura e il sollievo

Una domenica nera per KTM che al penultimo giro vede Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) e Lecuona protagonisti di una caduta spaventosa ma che, per fortuna, ha visto entrambi i piloti uscire senza conseguenze. Il portoghese è stato accompagnato al centro medico per dei controlli ma è cosciente e sta bene.

In seguito a questa caduta è stata esposta la bandiera rossa e la gara si è conclusa con meno di un giro di anticipo.

La gara del Grande Prémio Brembo do Algarve, l’unica RC16 al traguardo è quella di Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing), decimo al traguardo.

Gran festa ai box Ducati e Pramac

Con l’uscita di scena di El Diablo, Zarco termina la gara al quinto posto seguito da Pol Espargaro e da Martin.

Ducati può quindi celebrare il titolo costruttori 2021 e la scuderia toscana si assicura il titolo di miglior team indipendente col francese che diventa il miglior pilota indipendente della stagione in corso.

Curiosità

Per la terza volta in questa stagione, Bagnaia converte la pole position in una vittoria.

In occasione dell’ultimo appuntamento dell’anno, Enea Bastianini (Avintia Esponsorama) e Martin si giocheranno il titolo per stabilire chi tra i due è il miglior Rookie dell’anno.

La top 10:

1. Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team)
2. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) + 2.478
3. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) + 6.402
4. Alex Marquez (LCR Honda Castrol) + 6.453
5. Johann Zarco (Pramac Racing) + 7.882
6. Pol Espargaro (Repsol Honda Team) + 9.573
7. Jorge Martin (Pramac Racing) + 10.144
8. Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) + 10.742
9. Enea Bastianini (Avintia Esponsorama) + 13.840
10. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) + 14.487

Segui questo tema

Fonte: https://www.motogp.com/

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *