0 0
Read Time:2 Minute, 35 Second

Quinta pole position di fila per il pilota della rossa, spinto anche dai consigli dell’australiano nel box: “Qualifica super, Stoner mi aiuta a notare dettagli utili”. Mir furioso

Decima pole stagionale per le Ducati e lampi di Joan Mir, furioso con Marquez jr, che si prende la prima fila a Portimao. Ma in Portogallo le rosse sembrano davvero di un altro pianeta.

bagnaia mostruoso

—  

Per Pecco è la quinta pole consecutiva, agrodolce visto che il Mondiale è evaporato a Misano. Ma resta un bel biglietto da visita, il finale di stagione 2021, per un campionato 2022 che promette grandi cose per il cavaliere rosso: “Casey Stoner è un valore aggiunto per me, speriamo Ducati mi faccia il regalo per il prossimo anno, mi aiuterebbe un coach. Ti fa vedere cose che non avevi notato, la qualifica è andata bene e sono contento”. Poi a Sky aggiunge: “Quando tu hai una consulenza di un pilota gigantesco come Stoner, è molto più facile che ti dica cose davvero utili per la guida e la performance. Lui ha sempre avuto una guida molto sensibile, e il mio capotecnico è Gabarrini, lo stesso di Stoner. Noi non abbiamo un vero coach e sarebbe un bel regalo da parte di Ducati. Qui non parliamo di uno che ha fatto qualche gara e poi viene a darti consigli, se parliamo di Stoner è uno che ha vinto due Mondiali ed è uno dei più grandi. Il video che mi ha mostrato? È riferito all’ultima curva, mi ha dato dei consigli molto molto utili”. Bagnaia fa anche alcuni esempi: “Lui senza neanche guardare i miei video, guardandomi dalla pista, mi aveva fatto notare come in FP4 fossi al limite con l’anteriore. Incredibile che l’abbia notato! E poi è il lavoro che fai in FP4 che spesso ti fa fare la differenza in qualifica”.

miller a metà

—  

“Avrei voluto fare meglio”, dice Jack Miller, secondo con l’altra Ducati ufficiale, “ma ho fatto un piccolo errore alla Curva 8 quando stavo provando il tempo ed è sfumato. Le prospettive per la gara sembrano buone, siamo davanti con le nostre Ducati, quindi cerchiamo di prendere le decisioni giuste per le gomme da gara”.

mir irritato

—  

Molto contrariato Joan Mir, nonostante il terzo tempo e una rigenerante prima fila per la sua Suzuki. La colpa? Di Alex Marquez, come spiega il Campione del Mondo 2020: “Ho fatto il tempo con la prima gomma, poi con la seconda pensavo di migliorare e invece non ho capito cosa ha fatto Alex Marquez. Mi è stato dietro tutta la qualifica e non è un problema, se non mi disturba può stare dove vuole, poi quando volevo spingere mi ha passato sul rettilineo e ha chiuso il gas davanti a me, finendo per rallentarmi. Non lo capisco, sinceramente non sono contento per niente, oggi ne avevo per fare anche meglio di una prima fila. Sono molto arrabbiato, anche se so che posso fare una bella gara con questa Suzuki”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *