0 0
Read Time:3 Minute, 58 Second

Il Permanent Bureau di FIM e Dorna ha fissato nuovi limiti per l’accesso alle gare: età minima più alta e meno concorrenti in pista. Ci vorranno 14 anni per fare la Rookies Cup

Si passa all’azione. Dopo tante parole su cosa cambiare per la sicurezza delle corse motociclistiche, il Permanent Bureau composto da FIM e Dorna a Misano ha definito la nuova normativa per tracciare una migliore sicurezza delle corse da applicare in aree chiave come i limiti di età minima per l’accesso ai GP e il numero massimo di partecipanti alle gare.

i punti principali

—  

Il punto principale è l’innalzamanto dell’età minima per l’accesso a ogni classe, serie o campionato: decisione presa per garantire un percorso più sicuro per tutti i piloti che iniziano la loro carriera e per consentire una maggiore parità tra diversi paesi e continenti, contribuendo così a migliorare la globale accessibilità alle corse.

Nuovi limiti di età dal 2022

—  

Queste le nuove regole e le date da cui scatterà la loro applicazione:

– Dal 2022: le Talent Cup, organizzate e/o supportate da Dorna, come le European, British, Northern e Asia Talent Cup, così come le serie pre-Moto3, innalzeranno l’età minima a 13 anni con un massimo di 30 concorrenti su ogni griglia.

– L’età minima per i partecipanti alla Red Bull MotoGP Rookies Cup sarà portata a 14 anni.

– Il FIM Moto3Junior World Championship CEV vedrà il limite minimo di età spostato da 14 a 15 anni, con un massimo di 32 concorrenti in ogni gara.

– Nella SuperSport 300 del Mondiale Superbike, il limite minimo di età sarà portato da 15 a 16 anni, con un massimo di 32 piloti in griglia. Per la stagione 2022 sarà concessa un’eccezione ai piloti che sono già entrati nella stessa classe nel 2021 per consentire loro di continuare a correre.

Le regole dal 2023

—  

Per il 2023 e gli anni successivi, la proposta è di aumentare ulteriormente i limiti di età come segue:

– Un’età minima di 14 anni dovrebbe essere applicata a tutte le gare in qualsiasi circuito di tipo Grand Prix, compresi tutti quelli che hanno o hanno avuto l’omologazione di Grado A, B o C, che includeranno l’Asia, British, European e Northern Talent Cup.

– L’età minima per i concorrenti in qualsiasi classe del Mondiale MotoGP sarà portata a 18 anni, incluse Moto3 e Moto2, per le quali il limite di età è attualmente di 16 anni.

– Il vincitore del Campionato Mondiale FIM Moto3 Junior e/o della Red Bull MotoGP Rookies Cup potrà entrare in Moto3 a 17 anni di età. Solo per la stagione 2023 sarà concessa un’eccezione ai piloti che sono già entrati in Moto3 nel 2022 per consentire loro di continuare a correre.

– Il Campionato Mondiale FIM Moto3 Junior e il Campionato Europeo Moto2, entrambi nel CEV Repsol, avranno un limite minimo di età di 16 anni.

– Anche la Red Bull MotoGP Rookies Cup aumenterà l’età minima di un altro anno a 15. Con la stessa filosofia applicata nel 2022, verrà concessa un’eccezione ai corridori già partecipanti alle Talent Cup nel 2022 per consentire loro di continuare a correre nella stessa classe nel 2023.

– L’età minima per i concorrenti del Mondiale Supersport sarà portata a 18 anni.

le regole per l’attrezzatura

—  

Ecco le nuove regola per l’equipaggiamento del pilota:

– Dal 2022, gli airbag saranno obbligatori in tutti i campionati FIM Sprint Circuit Racing. Per il Campionato Mondiale FIM Sidecar sono in corso i test per determinare se gli algoritmi noti sono validi per i passeggeri.

Considerati tutti i progressi fatti nel campo delle attrezzature di sicurezza fornite ai piloti, tutte le parti si impegnano comunque ad apportare miglioramenti per innalzare la protezione in caso di investimento da parte di un altro pilota, particolarmente nella zona fra collo e petto.

comunicazioni più veloci

—  

La facilità e la velocità di comunicazione tra i piloti, il muretto dei box e la Direzione di Gara sono notevolmente migliorate negli ultimi anni, con la tecnologia inserita del cruscotto, i pannelli luminosi sui circuiti e i canali di comunicazione istantanei tra le postazioni dei commissari e la Direzione di Gara. Il prossimo passo per aumentare la sicurezza si concentrerà sulla comunicazione quanto più possibile rapida a un pilota di una caduta avvenuta qualche istante prima. Si è già svolto un primo incontro tra tutti i partner e i fornitori tecnici per discutere l’implementazione della tecnologia richiesta nell’equipaggiamento del pilota, sulle moto e nei circuiti per adottare sistemi automatici quasi istantanei di allerta per tutti i motociclisti. I primi test partiranno già con l’inizio della stagione 2022, e il sistema dovrà essere applicabile ai Campionati di tutti i livelli, comprese le Talent Cup.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *