0 0
Read Time:4 Minute, 45 Second

Primo dei tre round sul tracciato di Pietramurata: Herlings (Ktm) arriva con la tabella rossa, Febvre (Kawasaki) e Gajser (Honda) devono rosicchiare punti. Cairoli (Ktm) può sfruttare il “fattore casa”

Matteo Solinghi @TeoSic58

Che il gran finale abbia inizio. Il Mondiale Motocross 2021 si conclude, in modo un po’ insolito ma dovuto alla pandemia che anche quest’anno ha rivoluzionato i piani della Infront, con ben 5 Gran Premi sul suolo italiano. Si parte con tre round a Pietramurata in appena otto giorni, per poi trasferirsi al crossodromo Tazio Nuvolari di Mantova (dove l’Italia ha vinto il Motocross delle Nazioni) per le ultime quattro manche stagionali. Il tutto dopo il GP d’Italia nella storica cornice di Maggiora e il GP della Sardegna a Riola Sardo. Un 2021 da ricordare per l’Italia.

MXGP: a Gajser il compito di fermare Herlings

—  

Il tracciato di Pietramurata è stato, negli anni, terra di conquista per Tim Gajser (Honda), tappa fissa anche per i suoi numerosi tifosi. Lo sloveno sembra apprezzare il layout della pista e il fondo, duro sotto ma non a livelli di Teutschenthal e Arroyomolinos. Sebbene lo stato di forma non sia dei migliori e i tre errori nel GP di Spagna indicano come Tim sia al limite, tocca a lui fermare uno scatenato ed apparentemente inarrestabile Jeffrey Herlings (Ktm). L’olandese volante è apparso, ancora una volta, di un’altra categoria in occasione del GP alle porte di Madrid: nella prima parte di manche gestisce, nella seconda attacca e massacra gli avversari con giri record e sorpassi decisi. Sui terreni duri è sempre andato forte anche Romain Febvre (Kawasaki), secondo nel Mondiale a -12 da Herlings e a +3 da Gajser. E poi occhio a Jorge Prado (Ktm), che a casa sua ha provato a dettar legge in entrambe le manche dovendo poi cedere il passo ai suoi avversari per via della condizione fisica precaria dopo l’infortunio di Teutschethal in Gara 1. Tony Cairoli (Ktm), al suo ultimo anno in MXGP, godrà del tifo di tutto il pubblico: il siciliano, che nelle settimane successive alla brutta caduta in Sardegna non è riuscito ad allenarsi, poco a poco sta riprendendo ritmo e forma. Riflettori puntati anche su Alessandro Lupino (Ktm Mrt), idolo degli azzurri per il sorpasso decisivo in Gara 3 al Motocross delle Nazioni e 9° in campionato, primo dei non ufficiali.

MX2: Vialle vuole il podio iridato

—  

A dieci manche dal termine del campionato le cose si fanno interessanti in MX2, almeno per quanto riguarda la lotta per la seconda posizione. Maxime Renaux (Yamaha) può quasi dormire sonni tranquilli con un vantaggio di 108 punti sul compagno di squadra Jago Geerts e uno stato psicofisico invidiabile. Il belga, invece, è tallonato dal rookie Mattia Guadagnini (Ktm), ad un solo punto di ritardo, e dal campione del mondo in carica Tom Vialle (Ktm), distante dieci lunghezze. Salvo clamorose sorprese, saranno ancora una volta loro quattro i protagonisti del GP del Trentino, con un Vialle lanciato verso il doppio sorpasso viste le sue ultime performance.

WMX ed EMX125: Fontanesi per la rimonta, Lata per allungare

—  

Ci si gioca tutto nel Mondiale Femminile: Courtney Duncan (Kawasaki) arriva all’ultimo GP stagionale con 16 punti di vantaggio su Kiara Fontanesi (Gas Gas). La neozelandese è riuscita ad allungare di 7 punti sull’italiana nel GP di Spagna ed ora è alla ricerca di quei punti necessari per laurearsi campionessa del mondo. Una doppia vittoria di Kiara potrebbe non bastare: la parmense deve sperare che l’avversaria collezioni meno di 34 punti nelle due manche, vale a dire un quarto ed un quinto posto. Possibile? Certo. Probabile? Meno, dato che la Duncan ha vinto quattro manche, quattro volte ha chiuso in seconda posizione, una volta in terza ed una volta in sesta. Il GP del Belgio è stato quello dove ha collezionato meno punti, 35. Ma non sarà certamente questo a scoraggiare Kiara, forte di una guida efficace, del tifo di casa e del supporto della sua famiglia. Tutto ancora aperto nell’Europeo 125, dove Valerio Lata (Ktm) può esibire la tabella rossa. L’italiano arriva da una trasferta, quella spagnola, dal duplice sapore: amaro prima, con la caduta in Gara-1 e soli 3 punti raccolti; dolce poi, con la vittoria di Gara-2 e la vetta del campionato in tasca. Il titolo della EMX125 si deciderà in gran parte su questo tracciato, con tre appuntamenti in otto giorni e poi l’ultimo round a Mantova.

Mondiale Motocross 2021, GP Trentino: programma, orari tv e biglietti

—  

L’intero Mondiale Motocross è disponibile su mxgp-tv.com, servizio che offre anche l’abbonamento a un evento singolo e che comprende lo show offerto dalle categorie WMX ed EMX125. Le ragazze e i giovani piloti della 125 scenderanno in pista già sabato mattina per le prove libere e quelle cronometrate. Dalle 13.10 di sabato il via alle gare, con la WMX ad aprire le danze e la EMX125 a chiuderle con Gara-2 alle 16.05.
Qui sotto il programma di MXGP e MX2, con l’avvio delle ostilità previsto per le 9.15 con le prove libere della MX2. Eurosport Player trasmetterà tutte e quattro le manche in diretta. A questo link, invece, i biglietti.

12.15 Gara 1 MX2 (in diretta su Eurosport 2)

13.15 Gara 1 MXGP (in diretta su Eurosport 2, in differita alle 17.00 su Rai Sport)

15.10 Gara 2 MX2 (in diretta su Eurosport 2)

16.10 Gara 2 MXGP (in diretta su Eurosport 2, in differita alle 19.50 su Rai Sport).

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *