0 0
Read Time:3 Minute, 44 Second

I nostri rappresentanti sono in lizza per tre titoli iridati. Prima del finale in Francia, Verona, Guarneri e Bernardini si giocano le loro chance. Ma gli italiani sono in lotta anche nelle altre categorie

Dario Agrati

È un momento d’oro per il nostro Enduro. Dalle vittorie dell’Italia in Maglia Azzurra alla Sei Giorni Enduro nel Trofeo Mondiale e Trofeo Junior, con anche le prime posizioni conquistate nelle classi E1 da Andrea Verona (Gasgas) e Matteo Cavallo (TM-Boano) nella E3. Senza dimenticare quelle sempre alla Sei Giorni di Davide Soreca (Husqvarna) nella C1, Enrico Rinaldi (Gasgas) nella C2, fino ai quattro titoli europei vinti lo scorso weekend in Olanda da Rinaldi nella J2, Maurizio Micheluz (Husqvarna) nella 250 2T, Diego Nicoletti (Gasgas) 250 24 e Andrea Belotti (Ktm) nella Senior. Ora l’enduro italiano è atteso a concludere nel migliore dei modi una stagione straordinaria anche nel Campionato del Mondo Fmi EnduroGP.

tappa a lisbona per il campionato fmi

—  

Questo weekend l’attenzione sarà infatti concentrata sulla penultima prova del Mondiale in programma a sud di Lisbona, a Santiago do Cacem, mentre la prossima settimana sarà il Gran Premio di Francia a Langeac a chiudere una stagione che vede nella classe E1 il vicentino Andrea Verona primo nella classifica iridata con 10 punti su Davide Guarneri (Fantic) e Samuele Bernardini (Honda-RedMoto) in terza posizione. Ai nostri tre moschettieri della E1 in Portogallo si aggiungerà Matteo Cavallo, che non ha potuto dimostrare il suo valore in questa classe per la frattura del piede sinistro patito a inizio mondiale, correndo e vincendo però la Sei Giorni nella classe E3 e facendo suo anche il titolo italiano della 250 4T. Il pronostico vede dunque i quattro azzurri in lizza per il podio in una sfida che promette scintille perché tutti e quattro i nostri piloti hanno motivazioni e interesse a puntare molto in alto con un occhio già rivolto al 2022.

le altre categorie

—  

Nella E2 sarà duello tra l’australiano Wil Ruprecht (TM-Boano) e lo spagnolo Josep Garcia (Ktm) a cui si aggiungeranno il neozelandese Hamish MacDonald (Sherco) e l’inglese Steve Holcombe (Beta), mentre ha fatto notizia il clamoroso ritorno alla EnduroGP dell’inglese Nathan Watson vincitore dell’Enduro del Touquet nel 2019, vice iridato Enduro nel 2016 e grande specialista della gare su sabbia come saranno proprio le speciali della gara portoghese. Nella E3 l’inglese Brad Freeman (Beta) parte da favorito con un occhio rivolto anche alla classifica della EnduroGP dove dovrà vedersela con Garcia, Ruprecht, Verona e Guarneri, più che mai decisi a rendergli la vita difficile e soffiargli punti in caso di errori. Nella Junior si attende la conferma dei nostri Matteo Pavoni (TM-Boano) e Lorenzo Macoritto (TM-Boano) rispettivamente primo e secondo nella classifica Assoluta Junior e al comando delle classi EJ2 e EJ1. Nella Youth occhi puntati sulle Fantic con il D’Arpa Racing Team che, con lo svedese Albin Norbin, in caso di due vittorie potrebbe mettere una seria ipoteca sul titolo iridato.

CLASSIFICHE CAMPIONATO MONDIALE ENDUROGP DOPO 8 GIORNATE DI GARA DI 12

—  

EnduroGP:
1. Freeman (Gbr-Beta), punti 146;
2. Garcia (Spa-Ktm), 124;
3. Ruprecht (Aus-TM-Boano), 120;
4. Verona (Ita-Gasgas), 102;
5. Guarneri (Ita-Fantic), 92

E1:
1. Verona, punti 152;
2. Guarneri, 142; 2.;
3. Bernardini, 109;
4. Magain (Bel-Sherco), 99;
5. Soreca, 85

E2:
1. Ruprecht , punti 146;
2. Garcia, 141;
3. MacDonald, 112;
4. Holcombe,106;
5. Remes (Fin-TM), 58

1. Freeman, punti 160;
2. Betriu, 134;
3. McCanney D. (Gbr-Sherco), 116;
4. McCanney J. (Gbr-Husqvarna), 108;
5. Basset (Fra-Beta), 77

Junior Assoluta:
1. Pavoni (Ita-TM-Boano), punti 148;
2. Macoritto (Ita-TM-Boano), 142;
3. Le Quere (Fra-Sherco), 99;
4. Ahlin (Swe-Husqvarna-Osellini), 84;
5. Navarro (Spa-GASGAS), 69

Junior EJ1:
1. Macoritto, punti 157;
2. Etchells, 101;
3. Navarro, 92; .
4. Spanu 92;
5. Vagberg (Swe-Yamaha), 83

Junior EJ2:
1. Pavoni, punti 160;
2. Le Quere, 121;
3. Ahlin, 113;
4. Fargier, 86;
5. Kouble, 75

Youth:
1. Norrbin (Swe-Fantic), punti 154;
2. Edmondson (Gbr-Fantic), 122;
3. Cristino (Ita-Fantic), 120;
4. Puhakainen (Fin-TM), 91;
5. Fontova (Spa-KTM), 84

Women:
1. Sanz (Spa-Gasgas), punti 75;
2. Badia (Spa-Gasgas), 67;
3. Daniels (Gbr-Fantic), 66;
4. Rowett (Gbr-Ktm), M45;
5. Goncalves (Por-Husqvarna), 39

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *