0 0
Read Time:1 Minute, 29 Second

Il turco della Ktm Tech3 fermato per aver causato il pauroso incidente che poteva costare la vita a Migno, Alcoba e Acosta. Il 18enne potrà rientrare solo per l’ultima gara del Mondiale Moto3 2021, il 14 novembre a Valencia

Dopo il pauroso incidente in Moto3 a Austin che ha causato la caduta di tre piloti e poteva avere conseguenze tragiche, il turco Deniz Oncu è stato sospeso per due gare dalla Direzione Gara. Il pilota della Ktm Tech3 salterà quindi i GP di Misano 2 (24 ottobre) e Portimao 2 (7 novembre). Resta confermato invece il quinto posto ottenuto nel GP delle Americhe dal 18enne allenato da Kenan Sofuoglu, lo stesso mentore del leader del Mondiale Superbike, Toprak Razgatlioglu.

la dinamica dell’incidente di moto3

—  

Una sanzione che, alla luce della paurosa dinamica e delle conseguenze tragiche che avrebbe potuto avere l’incidente, appare persino leggera. Oncu tornerà in pista per l’ultima gara del Motomondiale 2021, a Valencia il 14 novembre. Il turco, all’ultimo giro della gara di Moto3 in Texas, ha scartato improvvisamente sulla sinistra mentre era in rettilineo insieme ad altri piloti: la sua manovra lo ha portato a urtare con la gomma posteriore l’anteriore di Jeremy Alcoba, facendolo cadere. A quel punto, da dietro arrivavano su Alcoba altri piloti: Andrea Migno con la sua Honda urtava la moto di Alcoba ormai a terra, decollando letteralmente; volo peggiore per Pedro Acosta, che a sua volta urtava la moto impazzita e volava in cielo atterrando molti metri dopo. Sia Alcoba che Acosta restavano in pista fuori controllo mentre arrivavano a circa 200 orari altri piloti. Solo per miracolo non ci sono stati altri contatti e i tre si sono rialzati sotto shock ma integri.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *