0 0
Read Time:2 Minute, 4 Second

Dopo la vittoria dell’Italia a Mantova, l’MXoN si trasferirà sulla pista di RedBud (Usa), già protagonista nel 2018. E Cairoli, che a fine stagione si ritirerà dalla MXGP, non ha chiuso le porta a un’eventuale chiamata della Nazionale

Matteo Solinghi @TeoSic58

Vinto un Motocross delle Nazioni è tempo di pensare al prossimo. L’Italia – forte del trionfo al circuito Tazio Nuvolari di Mantova con Tony Cairoli (Ktm), Mattia Guadagnini (Ktm) e Alessandro Lupino (Ktm) – avrà i numeri 1, 2 e 3 su tabella rossa. Non accadeva dal 2003, dopo la vittoria del terzetto Bartolini-Chiodi-Puzar l’anno prima in Spagna. Ma chi saranno i piloti a rappresentare l’Italia al prossimo Nazioni? Se è vero che le prestazioni straordinarie del rookie Guadagnini in MX2 fanno pensare a una scontata conferma, è altrettanto vero che abbiamo il 9 volte campione del mondo Cairoli che ha annunciato il ritiro a fine stagione ma che ha ancora tutto per dire la sua in una competizione come questa. E non ha chiuso la porta a un’eventuale chiamata della Nazionale: Tony Cairoli non avrà più l’impegno del Mondiale (qui il calendario 2021 aggiornato), ma continuerà ad allenarsi e correrà solo le gare che vorrà, anche del National. E qui il cerchio si chiude: a chi non piacerebbe sfoggiare la tabella rossa e il numero 1 in America dopo 18 anni di straordinaria carriera nel Mondiale Motocross?

Il Nazioni in America

—  

È notizia del weekend mantovano che, a distanza di soli quattro anni, il Motocross delle Nazioni torna a Buchanan, in Michigan, nell’impianto di RedBud. Dove, per intenderci, l’Italia conquistò sul campo il secondo posto e poi venne squalificata a weekend ampiamente terminato per un’irregolarità nella benzina di Michele Cervellin (Yamaha) e dove, sempre nel 2018, la Francia conquistò il suo quinto titolo consecutivo con il terzetto Paulin-Ferrandis-Tixier. L’annuncio della location della 75esima edizione del Nazioni è stato dato da David Luongo, Ceo Infront Moto Racing, e Jorge Viegas, presidente Fim: “Abbiamo lavorato a lungo con Ama e MX Sports per riportare questo evento in America – ha affermato Luongo. Nonostante il tempo avverso dell’edizione 2018, è stata un’edizione memorabile con un pubblico fantastico”, ha poi concluso il Ceo di Infront. “Il prossimo anno sarà l’anno giusto per tornare alla normalità e tornare alla normalità significa poter viaggiare al di fuori dell’Europa”, ha riassunto Viegas.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *