0 0
Read Time:6 Minute, 2 Second

Al Motocross delle Nazioni a Mantova, grazie a Glenn Coldenhoff (Yamaha, 3° in MXGP) e Jeffrey Herlings (Ktm, 1° nella Open), gli olandesi sceglieranno uno dei due cancelletti di partenza nelle tre manche di domenica. Cairoli e Guadagnini, che rimonte!

Matteo Solinghi @TeoSic58

Tra imprevisti, rimonte e sorpassi all’ultimo giro, l’Italia chiude il sabato del Motocross delle Nazioni 2021 in terza posizione. Al crossodromo Tazio Nuvolari di Mantova, la vittoria di Tony Cairoli (Ktm) in MXGP ed il quarto posto di Mattia Guadagnini (Ktm) permettono alla Maglia Azzurra di scegliere per terza uno dei due cancelletti di partenza nelle tre manche di domenica. Vola l’Olanda, trascinata da un fuoriclasse come Jeffrey Herlings (Ktm) e da un costante Glenn Coldenhoff (Yamaha): dal momento che si tiene conto dei due migliori risultati su tre, non pesano l’ottavo posto di Alessandro Lupino (Ktm), molto sfortunato in partenza, con il cancelletto che gli ha giocato un brutto scherzo, e Roan Van de Moosdjik (Kawasaki), 9° per l’Olanda in MX2. Bene anche Francia (seconda) e Gran Bretagna (quarta), a 5 punti come l’Italia e ad una sola lunghezza dagli olandesi. Analizzando i risultati odierni in ottica gara, la Francia è quella che può avere quel qualcosa in più con il quinto risultato (e pensare che si possono permettere di non rimpiangere gente come Marvin Musquin, Romain Febvre e Jordi Tixier, che negli anni passati hanno scritto la storia di questa gara). Gli ottimi risultati degli italiani fanno sperare: tutte le big sono davanti e sarà un Nazioni stellare.

Cairoli, che rimonta!

—  

Lo sfortunato sorteggio (28esimo cancelletto per l’Italia) non ha toccato minimamente Tony Cairoli, che con una buona progressione al via si è portato subito in sesta posizione, pur scattando da una posizione laterale ed essendo dunque costretto a percorrere più metri. Tony ha – come suo solito fare – amministrato, gestito e studiato gli avversari nella prima parte di manche, salvo poi sorpassarli uno ad uno e portarsi in seconda posizione a 4’ dal termine del tempo regolamentare. A quel punto, con 8” di ritardo sul dominatore di manche Ben Watson (Gran Bretagna, Yamaha) e conoscendo le condizioni non ottimali di Cairoli dopo la caduta di Riola Sardo, portare a casa il secondo posto nella manche di qualifica sembrava già qualcosa di eccezionale. Ma Tony ha voluto fare (e ha fatto) di più, azzerando il gap dal leader di manche e recuperando 2” al giro. I due giri finali sono una passerella per concludere con stile una manche di qualifica da extraterrestre. Watson chiude al 2° posto, davanti a Glenn Coldenhoff (Olanda-Yamaha), Benoit Paturel (Francia-Honda) ed all’instancabile Maximilian Nagl (Germania-Husqvarna). Sorprendente sesta piazza per il canadese Dylan Wright (Honda), che rifila 6” a Thomas Kjer Olsen (Danimarca-Husqvarna). Molto bene Lettonia ed Estonia, con rispettivamente Karlis Sabulis (Husqvarna) e Gert Krestinov (Honda) in ottava e nona piazza. Chiude la Top 10 la Svizzera con Arnaud Tonus (Yamaha).

Motocross delle Nazioni 2021, MX2

—  

Nella conferenza stampa di venerdì l’ha detto chiaro e tondo: “Questa pista mi piace, lo scorso anno ho vinto e spero di poter replicare al mio esordio nel Nazioni”. E così è stato, almeno per quanto riguarda la manche di qualifica, per il francese Tom Vialle (Ktm), campione del mondo in carica MX2 e pilota più in forma del momento nella 250 cc. Una manche condotta dalla prima curva all’ultimo salto, con il compagno di squadra in Ktm Factory Rene Hofer (Austria) alle spalle. Protagonista della manche anche Conrad Mewse: il britannico chiude in terza posizione in sella alla Ktm. Gara a inseguimento per Mattia Guadagnini (Ktm), bravo a evitare una caduta di massa in curva 1, ma costretto a rimontare dalla 17esima piazza. Posizione dopo posizione, Guadagnini si porta 4°, con due sorpassi all’ultimo giro. Non benissimo l’olandese Roan Van de Moosdjik (Kawasaki), 9°.

Herlings vola

—  

Colpo di scena al via nella Open: alcuni cancelletti di partenza hanno fatto un piccolo movimento prima di abbassarsi definitivamente e questo ha tratto in inganno diversi piloti, tra cui il nostro Alessandro Lupino (Ktm), chiamato a fare una gara di rimonta essendo ripartito oltre la 20esima posizione. Non è cascato nel tranello del cancelletto, ma un’esitazione al via ha costretto Jeffrey Herlings (Olanda-Ktm) a una manche di sorpassi, 18 per la precisione. Nulla di difficile, girando costante 1/2/3 secondi più forte di tutti gli altri: l’olandese vince la manche di qualifica davanti al tedesco Henry Jacobi (Honda), al lituano Arminias Jasikonis (Husqvarna) ed al francese Mathys Boisrame (Kawasaki), quest’ultimo in testa alla manche per buona parte del tempo. Alla fine Alessandro Lupino chiude con un buon 8° posto. Domenica le tre manche di gara a partire dalle 13.00.

Motocross delle Nazioni 2021, qualifica MXGP

—  

Qui la classifica d’arrivo della manche di qualifica della classe MXGP.

1. Antonio Cairoli (Ita-Ktm) in 25’13”337

2. Ben Watson (Gb-Yamaha) a 2”327

3. Glenn Coldenhoff (Ola-Yamaha) a 6”736

4. Benoit Paturel (Fra-Honda) a 9”469

5. Maximilian Nagl (Ger-Husqvarna) a 13”129

6. Dylan Wright (Can-Honda) a 19”612

7. Thomas Kjer Olsen (Dan-Husqvarna) a 25”170

8. Karlis Sabulis (Let-Husqvarna) a 32”715

9. Gert Krestinov (Est-Honda) a 36”135

10. Arnaud Tonus (Svi-Yamaha) a 37”813.

Motocross delle Nazioni 2021, qualifica MX2

—  

1. Tom Vialle (Fra-Ktm) in 25’21”601

2. Rene Hofer (Aut-Ktm) a 3”939

3. Conrad Mewse (Gb-Ktm) a 5”213

4. Mattia Guadagnini (Ita, Ktm) a 23”849

5. Isak Gifting (Sve-Gas Gas) a 25”253

6. Camden Mc Lellan (SAf-Husqvarna) a 25”916

7. Simon Laengenfelder (Ger-Gas Gas) a 30”741

8. Mikkel Harrup (Dan-Kawasaki) a 31”539

9. Roan Van de Moosdjik (Ola-Kawasaki) a 33”129

10. Jacob Piccolo (Can-Ktm) a 44”321.

Motocross delle Nazioni 2021, qualifica Open

—  

1. Jeffrey Herlings (Ola-Ktm) in 25’23”272

2. Henry Jacobi (Ger-Honda) a 6”522

3. Arminias Jasikonis (Lit-Husqvarna) a 7”953

4. Mathys Boisrame (Fra-Kawasaki) a 12”664

5. Toms Macuks (Let-Gas Gas) a 14”556

6. Evgeny Bobryshev (Rus-Husqvarna) a 24”507

7. Bastian Boegh Damm (Dan-Ktm) a 28”139

8. Alessandro Lupino (Ita-Ktm) a 36”626

9. Ander Valentin (Spa-Husqvarna) a 42”526

10. Valentin Guillod (Svi-Yamaha) a 42”883.

Motocross delle Nazioni 2021, risultati qualifiche

—  

Ecco la classifica generale di nazioni, nonché uno dei due criteri che determina la scelta del cancelletto di partenza per le tre manche di domenica (l’altro è l’estrazione a sorte del venerdì). Vengono sommate le posizioni di manche dei due migliori piloti su tre per ogni nazione in gara.

1. Olanda 4 punti

2. Francia 5

3. Italia 5

4. Gran Bretagna 5

5. Germania 7

6. Lettonia 13

7. Danimarca 14

8. Canada 16

9. Austria 17

10. Russia 18

11. Svezia 18

12. Estonia 20

13. Svizzera 20

14. Spagna 20

15. Belgio 24

16. Sud Africa 26

17. Lituania 26

18. Bulgaria 29

19. Repubblica Ceca 31

Portogallo, Irlanda, Slovacchia, Slovenia, Polonia, Finlandia, Venezuela, Croazia, Islanda, Ucraina, Grecia e Marocco si giocheranno l’accesso al 20° ed ultimo slot a disposizione per il main event tramite la Finale B nella mattinata di domenica.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *