0 0
Read Time:2 Minute, 54 Second

Il romano taglia per primo il traguardo riaprendo le sue possibilità di giocarsi il titolo. Secondo Antonelli, Migno torna sul podio

Come speravamo, il Misano World Circuit Marco Simoncelli ospita una gara mozzafiato che viene conquistata da Dennis Foggia (Leopard Racing) con un vantaggio di oltre mezzo secondo su Niccolò Antonelli (Avintia VR46) e su Andrea Migno (Rivacold Snipers Team) che, dopo una serie di appuntamenti difficili torna sul podio festeggiando questa rinascita davanti al pubblico di casa.

Cronaca della gara

Romano Fenati (Sterilgarda Max Racing Team) scatta bene dalla pole position, s’impenna la moto di Foggia al via ma riesce a restare aggrappato al gruppo di testa. Migno recupera subito una posizione mentre Elia Bartolini (Bardahl VR46 Riders Academy) si mantiene in zona punti ma alla curva 4 del secondo giro cade terminando così la sua gara. Tatsuki Suzuki (SIC58 Squadra Corse) scivola in fondo allo schieramento preparandosi alla rimonta. Alberto Surra (Rivacold Snipers Team), dopo l’incidente di sabato, torna in pista pur essendo dolorante e si batte per firmare il miglior risultato possibile sulla pista romagnola.

Fenati imposta una fuga per la vittoria in solitaria scappando fin dai primi passaggi e dopo 10 giri ha oltre un secondo e mezzo di vantaggio su Foggia, il suo inseguitore più diretto mentre Sergio Garcia Dols (Gaviota GASGAS Aspar Team) si contende il terzo posto con Migno. Intanto, Xavier Artigas (Leopard Racing) sconta un long lap e subito dopo supera Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) prendendosi il nono posto.

In testa con tre secondi di vantaggio, Fenati scivola alla curva 15 vedendo sfumare la vittoria e ferma il suo allungo in Campionato. Allora, Foggia prende il comando della corsa seguito da Migno e Gracia Dols. Entra in gioco Darryn Binder (Petronas Sprinta Racing) entrando in bagarre per il podio con Antonelli e Jaume Masia (Red Bull KTM Ajo).

Agli ultimi due giri Antonelli e Migno iniziano un duello per il secondo posto mentre Foggia ne approfitta per allungare il distacco andandosi a prendere la vittoria. Garcia Dols, al quarto posto, riceve un long lap warming e difende gli attacchi di Masia tagliando il traguardo al quarto posto davanti al suo connazionale KTM.

La zona punti del GP di San Marino

Il sudafricano Binder termina col sesto tempo davanti al leader del campionato Acosta e a Carlos Tatay (Avintia Esponsorama Moto3). Stefano Nepa (BOE Owlride) mentre Ayumu Sasaki (Red Bull KTM Tech 3) è decimo davanti a Riccardo Rossi (BOE Owlride), Izan Guevara (GAVIOTA GASGAS Aspar Team), John McPhee (Petronas Sprinta Racing) e ai giapponesei Kaito Toba  (CIP Green Power) e Suzuki.

Il sogno del mondiale

Acosta è leader ha 210 punti mentre Foggia riduce il distacco portandosi a 168 e Garcia Dols è terzo davanti a Fenati, Masia chiude la top 5.

I primi 10 classificati:

1. Dennis Foggia – (Leopard Racing)
2. Niccolò Antonelli (Avintia VR46 Academy) – +0.565
3. Andrea Migno – (Rivacold Snipers Team) – +0.817
4. Sergio Garcia (Gaviota GASGAS Aspar Team) – +2.140
5. Jaume Masia (Red Bull KTM Ajo) – +3.098
6. Darryn Binder – (Petronas Sprinta Racing) – +7.633
7. Pedro Acosta (Red Bull KTM Ajo) – +9.991
8. Carlos Tatay (Avintia Esponsorama Moto3) – +10.184
9. Stefano Nepa – (Boe Owlride) – +10.341
10. Ayumu Sasaki – (Red Bull KTM Tech3) – +10.344

Fonte: https://www.motogp.com/

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *