0 0
Read Time:2 Minute, 57 Second

Il piemontese felice per la pole a Misano: “Sulla pista di casa è speciale. Lotta tra me e Fabio? Mi piacerebbe”. Il francese: “Rosse imbattibili sul giro, ma sul passo gara siamo forti. La pioggia? Loro più veloci, ma non sarebbe una catastrofe”

Francesco Bagnaia in pole nel GP di San Marino, per la gioia dei tifosi italiani e della Ducati, che ha piazzato quattro moto nelle prime cinque posizioni. Il piemontese dopo l’impresa ha sorriso, non solo per il risultato, ma anche perché la sua squadra ha trovato un assetto praticamente perfetto. “Sono molto contento – ha detto il piemontese – è sempre bello partire in pole position, penso che il mio team faccia le cose alla perfezione perché è la seconda volta che arrivo senza benzina alla fine. Anche se c’è da dire che sono uscito molto prima perché non volevo troppa gente che mi seguisse. Da Aragon non abbiamo quasi toccato niente e tutto sta funzionando in modo perfetto”.

L’erede di Vale

—  

“Da 4 weekend si lavora bene – ha continuato Bagnaia – sono felice anche perché è la pista di casa e lo stimolo è maggiore, una giornata molto bella. Sono partito presto perché sapevo della pioggia in arrivo e volevo evitare che mi seguissero in molti. Ho spinto subito nel giro d’uscita e questa è stata la chiave per fare il tempo. Io Fabio che scappiamo? Mi piacerebbe, noi siamo pronti, anche se io preferisco l’asciutto perché sul bagnato è più facile sbagliare. Ma siamo pronti e forti in tutte le condizioni. Vorrei spingere e imporre il ritmo, anche se non sarà facile come gestione. Io che prendo il testimone di Valentino Rossi? Impossibile, lui è irripetibile per il carisma e quello che ha fatto. Mi piacerebbe ereditare da lui il modo in cui si trasmette la passione per le moto. Poi sull’eredità in pista, quella la decideranno i tifosi”.

Parla Miller

—  

Dietro all’italiano la seconda Ducati ufficiale di Jack Miller: “Siamo in una buona posizione, siamo stati forti per tutto il weekend. C’è il punto interrogativo sul meteo ma penso che in tutte le condizioni abbiamo un buon ritmo, il grip è buono anche sul bagnato ma sarebbe più divertente guidare sull’asciutto. Ero un po’ nervoso alla fine per le bandiere gialle, ma alla fine ce l’ho fatta comunque. Mi sono sentito abbastanza in controllo, forse avrei potuto gestire l’ultimo settore un po’ meglio, Pecco ha un passo fantastico e restare dietro di lui potrebbe essere una buona strategia, vedremo cosa riusciremo a fare domani”.

Parla Quartararo

—  

Per Fabio Quartararo terzo posto e una sensazione di “solitudine”, visto che è circondato da Ducati: “Sul giro è impossibile battere la Ducati – ha detto il francese della Yamaha – dobbiamo lavorare su questo perché non ricordo mai così tante qualifiche “piene di rosso”. Ho provato di tutto, ma dalla prima curva ho capito che 1’31”0 era irraggiungibile. Il nostro passo però è veramente forte ed è la cosa più importante per domani. Il secondo posto era forse raggiungibile, ma resto contento perché ho provato tutto e la prima fila è comunque importante. Battaglia con Pecco domani? Vediamo, il nostro passo è ottimo, ma tutto dipenderà dalle condizioni della pista, se avrò una possibilità ci proverò. La pioggia? No non sarebbe un problema anche se preferisco l’asciutto. Certo le Ducati col bagnato vanno meglio di noi, ma non sarebbe una catastrofe”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *