0 0
Read Time:2 Minute, 41 Second

L’evento d’inaugurazione della 95esima edizione dell’Isde si è tenuto nella serata del 28 agosto al Castello Visconteo di Pavia, con le squadre in parata. Presenti anche Jorge Viegas (presidente Fim) e Giovanni Copioli (presidente Fmi)

Uniti per offrire il meglio a chi è ospite del nostro Paese e per rendere la 95esima edizione della Six Days un evento da ricordare: è questo il filo conduttore che lega i pensieri di tutte le parti in causa per l’Isde 2021, dal presidente della Federazione Internazionale di Motociclismo, Jorge Viegas, al presidente della Federazione Motociclistica Italiana, passando per il Comitato Organizzatore della gara stessa, rappresentato da Edoardo Zucca, Valter Carbone e Giorgio Bandoli e dagli enti locali, dal comune di Pavia nella figura del Sindaco Mario Fabrizio Fracassi al Consigliere Regionale della Lombardia e al Sindaco di Rivanazzano Terme (PV) Marco Poggi. Uniti come nei 24 mesi che han preceduto la cerimonia d’apertura delle “Olimpiadi delle moto”, mesi caratterizzati – come sottolineato a più riprese e da più figure – difficili sotto molteplici aspetti, in primis quello legato alla pandemia che ha fatto slittare di un anno l’evento.

Da tutto il mondo

—  

La cerimonia d’apertura della 95esima edizione della Six Days (a porte chiuse) si è tenuta nella serata di sabato 28 agosto presso la splendida cornice del Castello Visconteo di Pavia, comune che ha sin da subito fortemente creduto nel progetto e supportato la manifestazione. Protagonisti dell’evento i piloti ed i tecnici federali delle nazionali rappresentate, dall’Estonia alla Lituania, da Israele al Sudafrica, dal Canada al Venezuela, passando per Messico (i più chiassosi assieme al Cile), Brasile, Norvegia, Svezia, Finlandia, Polonia, Repubblica Ceca.

I favoriti

—  

E poi le squadre candidate alla vittoria del World Trophy, quali gli Stati Uniti d’America (vincitori in Portogallo nel 2019 e detentori del trofeo nato più di cento anni fa), la Spagna, la Francia, il Portogallo stesso e l’Italia, con le cinque squadre della Maglia Azzurra per un totale di 16 piloti, ai quali si aggiungono i 55 motoclub pronti a prendere parte alla gara.

Copioli: “Orgogliosi di ospitare la manifestazione”

—  

Molto applaudito il discorso del Presidente della Federazione Motociclistica Italiana, Giovanni Copioli, che ha sottolineato l’unione di intenti con la Federazione Internazionale di Motociclismo e con tutte le autorità presenti, oltre a rivolgere un forte incoraggiamento a tutti i piloti italiani. Il Presidente Fmi, che seguirà l’intera competizione spostandosi sul territorio in moto, ha dichiarato: “Finalmente la Sei Giorni di Enduro 2021 è pronta a prendere il via. Piloti, addetti ai lavori e appassionati per una settimana condivideranno emozioni che solo una competizione così lunga e particolare può dare. Come Federazione Motociclistica Italiana abbiamo lavorato molto per farci trovare pronti con la Maglia Azzurra e siamo orgogliosi di poter fornire il massimo supporto possibile ai nostri motoclub, che rappresentano la linfa del nostro sport. Rivolgo un forte incoraggiamento agli organizzatori per questa settimana di gara e a tutti i piloti che da lunedì saranno i protagonisti indiscussi della Sei Giorni 2021”. In chiusura, il Presidente Fim Jorge Viegas ha dichiarato ufficialmente aperta la 95° edizione della Sei Giorni di Enduro.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
100 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *