0 0
Read Time:4 Minute, 39 Second

Edolo, in Valle Camonica, ospiterà dal 25 al 27 giugno il GP d’Italia, seconda prova del Campionato Mondiale FIM EnduroGP 2021. Piloti azzurri e case made in Italy tra i protagonisti della gara

Il Mondiale Enduro sbarca in Italia per il secondo appuntamento stagionale: dopo la tappa portoghese di Marco de Canaveses tocca a Edolo (in provincia di Brescia) ospitare una delle tappe della massima competizione internazionale dedicata alla disciplina dell’enduro. Si tratta del primo dei due eventi (l’altro dal 30 agosto al 4 settembre a Rivanazzano Terme, in provincia di Pavia, per la Six Days) che vede il nostro Paese al centro del mondo per quanto concerne le ruote tassellate. Riflettori puntati sugli azzurri che hanno ben figurato nella prova inaugurale della stagione, ma facciamo un focus su ciascuna delle categorie in gara.

E1: Verona, Guarneri e Bernardini punte di diamante

—  

Dopo l’uno-due del Portogallo, Andrea Verona (Gas Gas) e Davide Guarneri (Fantic) nella classe E1 sono attesi alla conferma della grande prova della settimana precedente conclusa con i due azzurri primo (Guarneri) e secondo (Verona), con i due che si presentano anche tra i sicuri protagonisti della classifica assolta EnduroGP. Gli occhi degli appassionati italiani in questa classe saranno puntati anche sull’ex crossista Samuele Bernardini (Honda-RedMoto-Lunigiana) dopo l’ottima sesta posizione nel Day1 e terza nel Day2 del GP del Portogallo, così come su Davide Soreca (Husqvarna), quarto e quinto a Marco de Canaveses. Purtroppo non potrà prendere il via — dopo aver disputato tre speciali in Portogallo — il piemontese delle Fiamme Oro Matteo Cavallo (TM-Boano), a causa della frattura del piede sinistro riportata nella gara degli Assoluti d’Italia a Castelli Calepio.

nella e2 incertezza, in e3 svetta il tricolore

—  

La classe E2 si presenta particolarmente incerta dopo quello messo in atto l’inglese Steve Holcombe (Beta), lo spagnolo Josep Garcia (KTM) e l’australiano Wil Ruprecht (TM-Boano), con Holcombe che ha collezionato una prima ed una seconda posizione, Garcia un secondo ed un terzo posto, Ruprecht un terzo ed un primo. Anche nella EnduroGP questi tre piloti hanno ingaggiato una lotta incredibile nelle 24 prove speciali disputate, con Holcombe secondo e terzo, Garcia terzo e quarto e Ruprecht quarto e primo. Da sottolineare che Ruprecht, nella giornata di domenica, ha vinto la EnduroGP al termine di un’incredibile sfida per il primato sull’inglese Brad Freeman (Beta), dominatore della classe E3. Non sarà al via il bergamasco Thomas Oldrati (Honda-RedMoto), che dopo aver ottenuto la quinta posizione sabato in Portogallo, domenica è incappato in una brutta caduta al secondo Cross Test, con conseguente ricovero lunedì mattina in ospedale a Bergamo per accertamenti che hanno purtroppo confermato la frattura di due costole e terapia specifica per le altre contusioni riportate. Nella E3, Freeman a Edolo si ritroverà invece un avversario in più nel bresciano Giacomo Redondi (Gas Gas) che dopo due anni trascorsi nelle gare Usa, farà il suo ritorno alla EnduroGP. Atteso invece alla rivincita Alex Salvini (Honda-RedMoto) nonostante le non perfette condizioni fisiche dopo il ritiro per problemi muscolari in Portogallo.

Junior e Youth: le stelle da tener d’occhio

—  

Occhi puntati nella Junior sul bresciano Matteo Pavoni (TM-Boano) e sul friulano Lorenzo Macoritto (TM-Boano), rispettivamente primo e secondo nella classifica Assoluta Junior e leader della EJ2 e EJ1. Tra gli avversari dei due azzurrini il finlandese Roni Kytonen (Honda-RedMoto) e gli altri giovani piloti italiani del progetto Pata Talenti Azzurri FMI, Claudio Spanu (Husqvarna-Osellini), Manolo Morettini (TM), Enrico Zilli (Honda-RedMoto), Enrico Rinaldi (Gas Gas). Nella classe Youth, in Portogallo dominata dalla Fantic, la classifica vede lo svedese Albin Norrbin leader davanti all’inglese Harry Edmondson ed al piemontese Kevin Cristino. Obiettivo top five per gli altri giovani italiani Riccardo Fabris (Fantic) e Daniele Delbono (Fantic). Non gareggeranno le donne che ritorneranno a ottobre negli ultimi due GP della stagione in Germania e Francia.

EnduroGP: tutte le classifiche di campionato

—  

EnduroGP: 1. Freeman (Gb-Beta) 37 punti; 2. Ruprecht (Aus-TM-Boano) 33; 3. Holcombe (Gb-Brta) 32; 4. Garcia (Spa-KTM) 28; 5. Betriu (Spa-KTM) 21; 6. Guarneri (Ita-Fantic) 19; 7. Verona Ita-Gas Gas) 19; 8. MacDonald (Nzl-Sherco) 16; 9. D.McCanney (Gbr-Sherco) 15; 10. Bernardini (Ita-Honda-RedMoto) 6.
E1: 1. Guarneri 37 punti; 2. Verona 37; 3. Bernardini 25; 4. Charlier (Fra-Beta) 25; 5. Soreca (Ita-Husqvarna), 24.
E2: 1. Holcombe 37 punti; 2. Ruprecht 35; 3. Garcia 32; 4. MacDonald 26; 5. Remes (Fin-TM) 21.
E3: 1. Freeman 40 punti; 2. Betriu 34; 3. D.McCanney 30; 4. J.McCanney (Gb-Husqvarna) 24; 5. Francisco (Spa-Sherco) 23.
Junior Assoluta:1. Pavoni (Ita-TM-Boano) 37 punti; 2. Macoritto (Ita-TM-Boano) 33; 3. Kytonen (Fin-Honda-RedMoto) 32; 4. Navarro (Spa-Gas Gas) 24; 5. Spanu (Ita-Husqvarna-Osellini) 26.
Junior EJ1: 1. Kytonen 37 punti; 2. Macoritto 37; 3. Navarro 30; 4. Spanu 26; 5. Tomas (Spa-Beta) 22.
Junior EJ2: 1. Pavoni 40 punti; 2. Antoine Criq (Fra-Beta) 30; 3. Le Quere (Fra-Sherco) 28; 4. Cortes (Spa-Gas Gas) 25; 5. Ahlin (Sve-Husqvarna-Osellini) 23.
Youth: 1. Norrbin (Sve-Fantic) 37 punti; 2. Edmondson (Gb-Fantic) 37; 3. Cristino (Ita-Fantic) 30; 4. Fontova (Spa-KTM) 24; 5. Puhakainen (Fin-TM) 23.
Women: 1. Badia (Spa-Gas Gas) 35 punti; 2. Sanz (Spa-Gas Gas) 35; 3. Daniels (Gb-Fantic) 34; 4. Martel (Fra-KTM) 26; 5. Goncalves (Por-Husqvarna) 20.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *