0 0
Read Time:1 Minute, 37 Second

Nella seconda sessione l’australiano leader del mondiale si conferma il più rapido: precede il compagno Raul Fernandez e Diggia. 4° Lowes, nonostante una caduta

Ancora Remy Gardner. È l’australiano della Kalex Ajo, leader del mondiale, il più veloce delle Libere2 del GP di Germania della Moto2. In una sessione iniziata in ritardo perché alla curva 11 il vento aveva sollevato degli arbusti e poi sospesa con bandiera rossa per un cartello dei box volato in pista e distrutto nell’impatto con una moto, Gardner stacca il tempo di 1.24.197 e precede il compagno Raul Fernandez (+0.339) e Fabio Di Giannantonio, terzo a 0.442.

corsi e arbolino nei 10

—  

Dopo il secondo tempo della mattinata Diggia quindi si conferma competitivo, anche se la coppia del team Ajo appare davvero in forma. Quarto tempo per Sam Lowes (+0.443), pure caduto alla curva 12, davanti a Xavi Vierge (+0.610) e Augusto Fernandez (+0.643). A completare i primi dieci ci sono due italiani: 7. Simone Corsi (+0.835), davanti a Marcel Schrotter (+0.848), e 9. Tony Arbolino (+0.888) a precedere Luthi.

i 14 e gli italiani

—  

Rientrano nei 14 che avrebbero al momento accesso diretto alla Q2 anche: 11. Marcos Ramirez (+0.944); 12. Albert Arenas (+0.955), 13. Jorge Navarro +0.965 e 14. Marco Bezzecchi (+0.986). Così gli altri italiani: 21. Lorenzo Baldassarri, 23. Lorenzo Dalla Porta, 24. Nicolò Bulega, 28. Stefano Manzi e 30. Celestino Vietti.

I tempi delle FP2 della Moto2 del GP Germania (primi 14)

1. Gardner 1:24.197
2. R. Fernandez +0.339
3. Di Giannantonio +0.442
4. Lowes +0.443
5. Vierge +0.610
6. A. Fernandez +0.643
7. Corsi +0.835
8. Schrotter+0.848
9. Arbolino +0.888
10. Luthi +0.896
11. Ramirez +0.944
12. Arenas +0.955
13. Navarro +0.965
14. Bezzecchi +0.986

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *