0 0
Read Time:4 Minute, 37 Second

Il francese va in solitaria verso la linea del traguardo seguito da Oliveira e Mir. Bagnaia cade e perde il comando della classifica

Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) è il vincitore del Gran Premio d’Italia Oakley. Dopo essere scattato dalla pole position, il francese conquista il successo sulla pista di riferimento per la Ducati. Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) torna sul podio per la prima volta dalla vittoria del GP di casa del 2020. Chiude col terzo posto Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) dopo essere scattato dalla nona casella.

Cronaca della gara

Al termine del giro di ricognizione, pronti per schierarsi sulla griglia di partenza, Enea Bastianini (Avintia Esponsorama) tampona Johann Zarco (Pramac Racing) ma è il romagnolo ad avere la peggio finendo a terra e dovendo rinunciare alla gara prima ancora di iniziarla.

Una volta spento il semaforo, Francesco Bagnaia (Ducati Lenovo Team) sfrutta la partenza dalla prima fila per prendere il comando della corsa seguito dal poleman Quartararo e da Zarco.

MotoGP™: La gara del Gran Premio d’Italia Oakley

Oliveira dimostra ancora una volta di saper fare la differenza in gara. Scattato dalla settima casella, il portoghese si mantiene costantemente nel gruppo di testa. Bagnaia si porta al comando e anche Zarco dimostra di essere concentrato per ottenere un buon risultato in quella che è la gara di casa per la sua scuderia.

Le qualifiche sono un punto debole per le Suzuki ma poi Alex Rins e Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) recuperano terreno in gara, ed è quello che fanno anche al Mugello. Scattati rispettivamente dall’ottava e dalla nona casella, accumulano vantaggio in gara portandosi alle spalle di Jack Miller (Ducati Lenovo Team) che sembra un po’ più in difficoltà rispetto a quanto non ci si potesse aspettare da lui su questa pista. La situazione di Pecco è persino peggiore. Il piemontese passa dal sognare la prima vittoria alla ghiaia con uno zero che pesa in campionato.

Un minuto di silenzio in memoria di Jason Dupasquier

All’inizio del 11° giro, Quartararo taglia il traguardo con tre secondi di vantaggio sul rivale più diretto, il connazionale Zarco. Il pilota del Pramac Racing cerca di raggiungere El Diablo e, allo stesso tempo, a difendersi dagli attacchi di Oliveira che si trova in terza posizione.

Il portoghese studia bene il pilota di Cannes prima di attaccarlo. Poco dopo gli strappa il secondo posto aprendo la strada al duo Suzuki che ha la meglio sul pilota di Cannes. A quattro giri dalla fine, il sogno e le speranze di Rins di ottenere un podio svaniscono alla curva 15. Il catalano abbandona la quarta gara consecutiva.

Il GP d’Italia inizia all’insegna dell’azione

Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu) cade alla curva 15 mentre si trovava in nona posizione. Una gara complicata per la casa alata che vede l’abbandono della corsa anche da parte di Marc Marquez (Repsol Honda Team) nella prima parte di gara. Pol Espargaro (Repsol Honda Team) è il primo rappresentate del costruttore di Tokyo al traguardo, è 12°.

La top 10 al GP d’Italia Oakley

Zarco chiude ai margini del podio seguito da Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) che chiude la top 5. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) vede infrangersi la possibilità di centrare la terza vittoria consecutiva ma ottiene punti importanti per il campionato grazie al sesto posto. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) ha sognato un podio, e visto il passo dimostrato nelle qualifiche era auspicabile, ma il pilota Aprilia è settimo davanti a Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP). Danilo Petrucci (Tech 3 KTM Factory Racing) ottiene il nono posto, seguito dal nove volte vincitore al Mugello, Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) che chiude la top 10.

Il GP d’Italia Oakley per gli azzurri

Michele Pirro (Pramac Racing), impegnato a sostituire l’infortunato Jorge Martin, termina la tappa casalinga col 13° tempo mentre Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Team Gresini) chiude la zona punti col 15° posto. Dopo aver brillato venerdì, Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT) termina in 16° posizione seguito da Luca Marini (SKY VR46 Avintia).

Il podio della MotoGP™ dedica un pensiero a Dupasquier

Come cambia la classifica generale

Grazie alla vittoria, Quartararo riprende il comando della classifica generale (105) seguito a -24 troviamo Zarco mentre Bagnaia paga caro lo zero del Mugello e si trova al terzo posto provvisorio con 79 punti. Il piemontese precede il compagno di squadra Miller (74) mentre il campione in carica Mir chiude la top 5 (65).

La top 10: 

1. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP)
2. Miguel Oliveira (Red Bull KTM Factory Racing) + 2.592
3. Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) + 3.000
4. Johann Zarco (Pramac Racing) + 3.535
5. Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing) + 4.903
6. Jack Miller (Ducati Lenovo Team) + 6.233
7. Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini) + 8.030
8. Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) + 17.239
9. Danilo Petrucci (Tech3 KTM Factory Racing) + 23.296
10. Valentino Rossi (Petronas Yamaha SRT) + 25.146

Segui questo tema

Fonte: https://www.motogp.com/

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *