0 0
Read Time:2 Minute, 26 Second

Valentino Rossi al GP Italia, senza pubblico e forse per l’ultima volta? “Continuare in MotoGP non dipenderà solo da me, devo parlare con Petronas e Yamaha per capire”

Mugello e Valentino Rossi fanno rima, perché qui il nove volte campione del mondo ha vinto 9 volte. Infatti nel cuore del campione di Tavullia la parola Mugello, legata alla MotoGP, ha sempre un posto speciale: “Speciale sì, per tutti gli italiani appassionati, è la casa del GP Italia da trent’anni”. Le prospettive sono quelle che sono, ma domenica 30 maggio per la gara Valentino vorrebbe lasciare il segno: “Dobbiamo vedere se riuscirò a essere veloce questo fine settimana”.

rossi e l’annuncio

—  

Anche perché, chissà, questo Mugello potrebbe essere l’ultimo per Valentino in sella a una MotoGP: “Ci aspettando diverse gare su piste importanti e poi senza la Finlandia avremo un mese di pausa, a luglio. Tutti inizieranno a pensare a 2022. A quel punto prenderò la mia decisione sul futuro, ma non sarà soltanto mia. Dovrò parlare con Petronas e Yamaha per capire i programmi. Io so bene che tutto dipenderà dai risultati, perché magari un posto lo troverei anche ma non avrebbe molto senso”. Però nel frattempo potrebbero esserci altri annunci ufficiali, per esempio sulla moto per il team VR46 in MotoGP il prossimo anno, anche se Rossi frena su un accordo con Ducati che in realtà sarebbe fatto: “Per il prossimo anno il team sta parlando con Ducati e Yamaha, vedremo. Non siamo vicini ma penso che potremo avere notizie tra 10 giorni o la settimana prossima”. E ai microfono di Sky, a domanda se si vede nelle vesti di boss del suo team, la risposta è di quelle che entrano nella galleria di Valentino Rossi: “Io mi sento ancora un pilota, prima di tutto. Quindi se dovessi smettere mi piacerebbe fare qualche corsa in macchina. Però non so se mi piacerebbe occuparmi in prima persona del mio team, perché… non mi piace tanto lavorare!”. Un fenomeno, sempre.

l’atmosfera attorno a rossi

—  

E anche senza pubblico, il Mugello è sempre “La” gara: “Durante la settimana senti la pressione di questa pista, che è diversa. Quando mi sveglio il lunedì mi sento strano e poi mi ricordo che è la settimana del Mugello. Da un certo punto di vista quest’anno è più semplice perché abbiamo meno pressione da paddock e tifosi, paradossalmente. Poi al Mugello la velocità ti impressiona tanto, durante tutto il giro. Si può battere il record, ma la frenata e il salto sono impressionati. Io non penso che sia l’ultimo, anche se è triste che non ci siano i tifosi. È grandioso provare la stessa pressione di una volta. Molto speciale perché è la stessa sensazione di 25 anni fa. Devo concentrarmi per fare il mio meglio e divertirmi”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *