0 0
Read Time:2 Minute, 16 Second

Valentino Rossi prima di scendere in pista in Portogallo per la terza gara della MotoGP 2021: “Contento di tornare in Europa. A Portimao servono tanti giri per arrivare al limite, spero di andare forte con la Yamaha Petronas. Francesca? Se non fosse stata un’ombrellina non l’avrei conosciuta”

Terzo appuntamento stagionale della MotoGP, primo round sul circuito di Portimao: Valentino Rossi arriva in Portogallo dopo un doppio weekend in Qatar non esattamente felice, con addirittura il penultimo posto in qualifica in occasione del Gran Premio Doha. Non di certo ciò a cui il Dottore ci ha abituati negli anni precedenti. La stagione 2021 è partita in salita, spetta al pilota di Tavullia darle la svolta nel verso giusto e progredire con una Yamaha Petronas sino ad ora in difficoltà.

Pista spettacolare

—  

Così Valentino Rossi nella conferenza stampa del giovedì, alla vigilia delle prove libere del Gran Premio del Portogallo: “Sono contento di tornare in Europa. Portimao è un tracciato fantastico, unico e difficile al tempo stesso. Ci sono molti saliscendi e questo lo rende spettacolare. L’inizio di stagione non è stato di certo fantastico, non siamo stati veloci quanto volevamo. E quindi dobbiamo lavorare duro a partire da questo weekend per tornare competitivi. L’anno scorso l’uomo da battere è stato Oliveira, con una super qualifica e un dominio assoluto in gara, ma anche Morbidelli e Miller avevano un gran passo, vedremo quest’anno”.

Cambio di rotta

—  

“Nel GP Doha abbiamo fatto dei progressi tra qualifica e gara perché abbiamo cambiato qualcosa nell’elettronica, ma non è stato abbastanza – prosegue Valentino. Continuiamo a lavorare sul setting e su come guidare la moto per farla rendere al meglio. Per arrivare al limite su questo tracciato e conoscerne tutti i segreti serve avere un gran feeling con la moto e con la pista, dobbiamo fare un ottimo lavoro sin dalle prove libere 1”.

Confronto

—  

“Non saprei dire se le mie prestazioni e quelle di Morbidelli sono legate tra loro. Dobbiamo cercare di capire il perché noi siamo andati così male e le Yamaha ufficiali bene. Ogni team lavora nel suo modo e sceglie la sua via. La mia moto è molto simile a quella ufficiale 2021, mentre ‘Morbido’ ha una moto molto più simile a quella del 2019. Dobbiamo lavorare su quello che abbiamo. Ogni gara ha la sua storia”.

Su Francesca

—  

“L’intervista di Francesca a Vanity Fair mi è piaciuta perché ha detto cose molto dirette, ha provato a spiegare cosa è successo allora. Sono cose che accadono non solo in questo ambiente. Devi essere forte per gestire bene la situazione”. E conclude smorzando i toni: “Se non avesse fatto l’ombrellina non l’avrei conosciuta”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *