0 0
Read Time:1 Minute, 36 Second

Valentino Rossi ha chiuso la gara in 16ª posizione: “Nel warm-up è stata trovata la giusta strada, ma ormai era troppo tardi. In 10 secondi ci sono 15 piloti e recuperare dalla penultima posizione è impossibile”

Si chiude un fine settimana molto difficile per Valentino Rossi che, dopo essere partito dalla 21ª posizione, ha chiuso 16°, fuori dalla zona punti. Ora si torna in Europa, dove si correrà in circuiti che piacciono molto al Dottore: “È tosta, c’è da lavorare e da migliorare. Nelle prossime gare ci proveremo: speriamo di fare un campionato completo e che il Covid-19 non dia fastidio”.

Rimonta impossibile

—  

Il warm-up ha dato risultati positivi, il team ha modificato alcune cose che sono piaciute, ma partire dalla penultima fila è veramente tosta: “Dopo il warm-up di stamattina ho girato bene con le hard, mi hanno tolto il giro se no sarei s tato 10°, e quindi mi aspettavo di arrivare intorno ai primi 10. Tutti vanno forte e tutte le moto vanno fortissimo. Il mio passo non è stato male, ma soprattutto all’inizio ho perso tanto tempo. Purtroppo non è stato abbastanza e non ho preso punti. Gara difficile, ho sofferto un po’ il grip al posteriore. Sono stato più veloce del Qatar1, ma non è stato abbastanza”.

Pronti per l’Europa

—  

Qualcosa di buono da questa doppia in Qatar però c’è stato: “Oggi abbiamo provato delle configurazioni di elettronica che era da tanto che non usavo e mi sono trovato meglio, ci hanno permesso di avere un passo migliore. Questo weekend ho fatto proprio tanta fatica fino a sabato. Bisogna cercare di partire meglio ed essere davanti fin da subito. Purtroppo abbiamo trovato la giusta direzione solo stamattina e partivamo ultimi. In 10 secondi sei 15°, quindi non è facile recuperare posizioni”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *