0 0
Read Time:1 Minute, 33 Second

Le moto di Borgo Panigale dominano la sessione. Nei 10 anche l’Aprilia di Aleix Espargaro e le Yamaha ufficiali. Male Valentino

Sotto le luci dei riflettori si accende la lotta del GP di Doha, seconda prova del mondiale della MotoGP, e brilla Jack Miller. L’australiano della Ducati sulla pista di Losail è infatti il migliore della sessione: con il fantastico tempo di 1’53″145 domina la classifica, precedendo il compagno Francesco Bagnaia, staccato di 0.313, e Johann Zarco (Ducati Pramac), a 0.392, per una tripletta delle Desmoedici della Casa di Borgo Panigale.

la top-10

 

Nei dieci che al momento accedono direttamente alla Q2 anche: 4. Fabio Quartararo (Yamaha +0.438); 5. Jorge Martin (Ducati Pramac +0.448); 6. Aleix Espargaro (Aprilia +0.501); 7. Franco Morbidelli (Yamaha SRT +0.554); 8. Alex Rins (Suzuki +0.568); 9. Maverick Viñales (Yamaha +0.727) e 10. Stefan Bradl (Honda Hrc +0.769).

Morbidelli e Rossi

 

In casa del team SRT, Franco Morbidelli, dopo i problemi della prima sessione, con fumate vistose su entrambe le moto utilizzate, si riprende ed entra nei dieci con il 7. tempo, mentre il suo compagno, Valentino Rossi, cui è stato cancellato un tempo per un passaggio sul verde, oltre il cordolo, è per ora fuori dalla Q2 con il 14. crono a 0.967.

Altri esclusi

 

Fra gli altri esclusi dalla top-10, chiamati a cercare un difficile ingresso in Q2 nelle Libere3, che per il caldo saranno più lente, anche Danilo Petrucci, 12° ma in ascesa con la Ktm Tech3; il campione del mondo Joan Mir, 13° con la Suzuki; Rossi, come detto, e gli altri italiani: Enea Bastianini (19.), Luca Marini (20.) e Lorenzo Savadori (21.). Cadute per Takaaki Nakagami (curva 7) e Alex Marquez, che con la Honda proseguono a collezionare cadute.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *