0 0
Read Time:3 Minute, 15 Second

In Qatar nelle piccole ci sono i due italiani alle spalle di McPhee; nella classe di mezzo il pilota del team VR46 è 6° a 89 millesimi da Vierge

Umberto Schiavella @__umbe__

La seconda giornata di test di Moto2 e Moto3, sul circuito del Qatar, si chiude con le ottime prove diDennis Foggia e Andrea Migno nelle piccole. I due piloti italiani chiudono la terza sessione, rispettivamente, in seconda e in terza posizione con i tempi di 2’05″595 e 2’05″692, alle spalle di John McPhee. In Moto2 i piloti hanno preferito saltare la prima sessione mattutina per concentrarsi sui restanti due turni. A sorpresa Marco Bezzecchi chiude al secondo posto il turno del mattino, per poi essere sesto nell’ultima sessione della giornata.

Moto3

—  

Jaume Masia domina la prima sessione mattutina della seconda giornata di test sul tracciato di Losail. Lo spagnolo, in sella alla Ktm, è il più veloce con il tempo di 2’06″986 seguito dal compagno di squadra Pedro Acosta (2’07″246), e da Andrea Migno, 2’07″277. Quarto Xavier Artigas (Leopard Racing), che precede Ayumu Sasaki e Dennis Foggia. Settimo Deniz Oncu, ottavo Sergio Garcia, poi Riccardo Rossi e Niccolò Antonelli. Tredicesimo Lorenzo Fellon (Sic58 Squadra Corse) e casella numero quindici per Stefano Nepa. Solo dieci i piloti in pista nelle fasi iniziali della seconda sessione di prove della Moto3, con alcuni piloti che decidono di concentrarsi maggiormente sul terzo turno, quello del pomeriggio. Al termine della seconda sessione, Izan Guevara (GasGas Gaviota Aspar) è in vetta alla classifica in 2’07″491, davanti a John McPhee (2’07″733) e Andrea Migno (2’07″837). Tempi decisamente alti per la categoria. Seguono Sasaki, Rodrigo e Fellon. Calano i riferimenti durante la terza e ultima sessione della giornata dedicata alla classe “leggera”. Alla fine chiude al comando il britannico John McPhee (2’05″286) davanti a Dennis Foggia (2’05″595 con il team Leopard) e Andrea Migno (2’05″692 con il team Snipers). I due italiani mostrano progressi e confermano quanto dimostrato ieri durante la prima giornata di test. A seguire: Acosta, Salac, Tatay, Alcoba, Masia e Fenati; chiude la top ten Guevara. 14° Niccolò Antonelli, 19° Fellon, 22° Nepa.

Moto2

—  

Scende in pista solo Stefano Manzi durante la prima sessione del mattino riservata alla classe intermedia. Il pilota della Kalex del team Flexbox HP 40 gira con il tempo di 2’02″338. Cambia la situazione in pista durante la seconda sessione di prove. Remy Gardner è ancora il più veloce in 2’00″686 davanti a Marco Bezzecchi (2’00″758, team VR46) e Jake Dixon (2’00″833, team Petronas). Quarto Raul Fernandez, poi Sam Lowes; Stefano Manzi, Xavi Vierge, Aaron Canet, Ai Ogura e Jorge Navarro che chiude la top ten. 13° Tony Arbolino, 15° Fabio di Giannantonio, 17° il rookie Yari Montella. Nel pomeriggio Xavi Vierge chiude il terzo turno di prove al comando della classifica, in 1’58″832: il pilota del team Petronas precede Aron Canet, Jorge Navarro, Remy Gardner, Dixon e Bezzecchi, sesto, ma a 89 millesimi. A seguire: 7° Bendsneyder, 8° Raul Fernandez, 9° Sam Lowes, 10° Joe Roberts, 11° Tony Arbolino, 14° Stefano Manzi, 17° Di Giannantonio seguito dalla MV di Simone Corsi. Solo 22° Nicolò Bulega, posizione numero ventiquattro per Baldassarri, chiude Dalla Porta.

Il parere di Arbolino

 

Ecco il parere di Tony Arbolino: “È stato un buon tempo, non me lo aspettavo, ho cambiato modo di guidare in alcuni settori, sto migliorando in tanti aspetti ma è naturale perché sto conoscendo meglio la moto. Ora devo lavorare sul passo gara, mi piace la potenza della Moto2, ma meno il fatto che per guadagnare un decimo fai tanta fatica, mentre perderlo è facilissimo. Sono qui per imparare, non ho pressione, mi trovo molto bene con il team, dove si lavora bene in un ambiente molto professionale”.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *