0 0
Read Time:3 Minute, 8 Second

Cooper Webb (Ktm) vince anche la seconda gara in quattro giorni all’AT&T Stadium di Arlington (Texas) e prende il largo in classifica, complice il 3° posto di Ken Roczen (Honda), preceduto al traguardo anche dal campione uscente Eli Tomac (Kawasaki)

All’AT&T di Arlington (Texas) va in scena un insolito round infrasettimanale dell’Ama Supercross. Eli Tomac parte col piede giusto: il pilota Kawasaki è l’unico, nelle qualifiche, a girare sotto il muro dei 51 secondi. Secondo Justin Barcia (Gas Gas) a 283 millesimi, terzo Webb a 298 millesimi, quarto Roczen ad oltre mezzo secondo, quinto Jason Anderson (Husqvarna) a 618 millesimi. Tutti gli altri oltre il secondo. La prima batteria la vince però Aaron Plessinger (Yamaha), con un secondo di margine su Chase Sexton (Honda), tre secondi su Barcia e sei su Roczen. Nella seconda heat – manche che, ricordiamolo, danno accesso al main event finale – si è invece imposto Webb con tre secondi su Tomac e quasi sette su Malcolm Stewart (Yamaha).

La partenza del main event

—  

La finale si è decisa al primo giro con Webb che si è aggiudicato l’holeshot, affiancato all’esterno da Roczen. Più indietro Anderson è finito in terra. Roczen ha allargato la traiettoria alla seconda curva e alle spalle di Webb si è infilato Tomac che girando stretto ha conquistato la seconda piazza. Analoga mossa alle sue spalle per Sexton che ha relegato il compagno di squadra al quarto posto. Poco dopo Roczen si è ripreso la terza posizione ma Webb ha cercato subito di fare il vuoto, guadagnando 8 decimi di vantaggio su Tomac e oltre un secondo su Roczen in un solo giro.

La gara

—  

Il terzetto ha seminato gli inseguitori, capeggiati da Sexton, attardato di oltre tre secondi e mezzo dopo le prime due tornate. Plessinger ha infilato senza troppi complimenti Vince Freise, che è finito a terra. Nel cercare di ripartire quest’ultimo è arretrato con la moto, incastrandosi con Broc Tickle, anch’esso caduto. Con il percorso bloccato, Anderson ha tagliato il tracciato, saltando l’intero tratto di whoops per portarsi all’11° posto. Dopo nove minuti sono iniziati i primi doppiati e Tomac, che era arrivato a soli otto decimi da Webb, ha visto nuovamente aumentare il suo ritardo, con Roczen attardato di tre secondi e mezzo dal leader e Sexton quarto a 12 secondi. Forzando il ritmo, Tomac si è riportato a sei decimi da Webb ma a sei giri dalla bandiera a scacchi, all’uscita di una curva, ha scodato pericolosamente, trovandosi così ad affrontare le whoops quasi da fermo. Il fuggitivo non ha fatto sconti, mettendo tra sé e la Kawasaki dell’americano due secondi. Superato lo spavento, Tomac è sceso a più miti consigli, accontentandosi della piazza d’onore. Webb ha tagliato il traguardo con quasi cinque secondi su Tomac e quasi otto su Roczen. Quarto Barcia dopo una bella rimonta: era 12° al primo giro.

Classifica

—  

In classifica Webb, vincitore già 5 volte quest’anno, comanda con 249 punti, Roczen è a quota 237 e Tomac a 213. Barcia è lontano 54 punti dalla vetta. Sabato altra gara ad Arlington, poi tre settimane di stop prima degli ultimi 5 round della stagione.

250: vittoria di Lawrence

—  

Nella categoria 250 Est arriva la prima vittoria stagionale di Hunter Lawrence (Honda), che si prende la leadership di campionato ai danni di Cameron Mcadoo (Kawasaki), solamente decimo nel main event del secondo appuntamento di Arlington. Sul podio Jalek Swoll (Husqvarna) e Kyle Peters (Honda). Avvincente la lotta per il titolo, con tre piloti racchiusi in una manciata di punti: Lawrence 84, Mcadoo 83, J.Cooper 82, Marchbanks 76 e Swoll 74.

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *