0 0
Read Time:3 Minute, 0 Second

Crutchlow cade, Lorenzo attacca l’attuale collaudatore Yamaha, reo di avergli “rubato” il posto. E si scatena il botta e risposta con Miller, Mamola, Iannone & co.

È in un posto magnifico, una villa costruita sul mare, colori da sogno, pace assoluta. Eppure, anche da quel paradiso che sono le Maldive, Jorge Lorenzo non riesce a evitare di cacciarsi nei guai, questa volta tirandosi addosso le ire di diversi piloti della MotoGP. Galeotta fu la foto pubblicata il 7 marzo sull’account Instagram della MotoGP che ritraeva Cal Crutchlow — da quest’anno collaudatore della Yamaha proprio al posto di Jorge — in una caduta alla famigerata curva 2, che anche in questi primi test ha mietuto diverse vittime. “@calcrutchlow non è stato il solo a essere sorpreso dalla curva 2 oggi! Diversi piloti si sono ritrovati nella ghiaia al calare del sole e il crollo delle temperature. Fortunatamente tutti i piloti OK” il testo apparso sotto la sequenza della caduta.

la risposta di lorenzo

—  

A quel punto Lorenzo, dopo avere apposto un “Like”, ha commentato con un laconico “Ve lo avevo detto”. Che da quasi tutti è stato interpretato come un seguito della querelle tra i due di fine novembre, quando Lorenzo aveva definito l’arrivo di Cal al suo posto “come scambiare l’oro con il bronzo”, e Crutchlow aveva risposto con un “Lo rispetto come pilota e come cinque volte campione del mondo, ti dirà molte volte che è un cinque volte campione del mondo! Lorenzo è molto speciale per la moto, ma questo non significa che sia un grande collaudatore” con immediata controreplica.

lorenzo contro tutti

—  

“Dire che io non sono un buon collaudatore è come dire che la Terra è piatta, gli ingegneri e i piloti che hanno condiviso il box con me sia in Yamaha sia in Ducati conoscono la mia capacità di sviluppare una moto. Per quanto riguarda Cal, è stato uno dei piloti con più cadute e meno vittorie degli ultimi dieci anni. Credo che sarà un grande collaudatore, per provare la durezza della moto”. Tra i primi a prendere posizione è stato poi Jack Miller, il pilota della Ducati e grande amico di Cal, che gli ha risposto per le rime: “Cosa aspetti a diventare grande, amico. Seriamente, smetti di comportarti come un bambino”. Ma anche Aleix Espargaro dell’Aprilia non è rimasto zitto su Twitter: “Preferisco essere una brava persona che un campione. Ti amo Cal”. Anche Randy Mamola ha detto la sua: “Getta solo fango”. A schierarsi con Jorge contro Cal, invece, Andrea Iannone, che su Instagram prima ha commentato con un “TRILLER HELP CRASHLOW! Meno stress più risate!”, poi però in un secondo momento ha cancellato le sue parole.

le frecciate di jorge

—  

Ovviamente, Lorenzo non si è tirato indietro nel replicare ai due ex colleghi. Prima a Miller: “Che ne dici di spegnere il telefono, smettere di fare i tuoi stoppies (le frenate con impennata del posteriore, ndr) e iniziare a vincere qualche gara? Hai già 26 anni. Focalizzati su cosa è importante e non sprecare il tuo talento”. Quindi a Espargaro: “Meglio essere entrambi, no? Ti assicuro che è una sensazione meravigliosa e magari un giorno sarai in grado di provarla anche tu”. La puntata sembrava finita così. Ma…

il papà di jorge

—  

Nella tarda serata a provare a chiudere il litigio virtuale ci ha pensato Chicho Lorenzo, papà di Jorge, postando una immagine che ritrae Gandhi, Madre Teresa e… Aleix Espargaro! Un modo per dire “ragazzi, diamoci una calmata”. Basterà?

Fonte: https://www.gazzetta.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Di Moto Club Biassono

Moto Club Biassono

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *